QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
MASSA CARRARA
Oggi 23°29° 
Domani 26°29° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News massacarrara, Cronaca, Sport, Notizie Locali massacarrara
martedì 25 giugno 2019

Attualità giovedì 26 febbraio 2015 ore 14:42

Alloggi Erp, FI attacca sui vincoli alla vendita

Il gruppo azzurro in consiglio regionale: "Per la legge regionale, rispetto alle domande di alienazione solo il 18% potrà avere il via libera"



MASSA CARRARA — Nell'ultima seduta del consiglio regionale la delibera sull'alienazione non è passata per mancanza del numero legale. E gli esponenti di Forza Italia sono andati subito all'attacco.

"E' forse il segnale che anche nella maggioranza comincia a serpeggiare il dubbio che la legge approvata un anno fa e fortemente voluta dall'ex assessore Allocca era sbagliata?" si chiedono gli esponenti azzurri.

Che spiegano nel dettaglio il perché della loro contrarietà. "Basta scorrere i numeri delle domande di alienazione degli alloggi pervenute dai Comuni e quelle che realmente potranno essere vendute per comprenderlo: 4447 domande di alienazione al netto di Empolese-Valdelsa e Livorno e 792 il tetto massimo delle unità immobiliari vendibili. Solo il 18%». La legge, infatti, impone di poter vendere un numero di alloggi pari al massimo a quello delle nuove costruzioni.

Per la provincia di Massa Carrara l’obiettivo è alienare 3 alloggi nel 2015; 7 nel 2016; 42 nel 2017; 32 nel 2018 e 0 nel 2019. Per un totale di 74 alloggi. 

"Numeri che - conclude Forza Italia - ci dicono che i comuni vorrebbero tentare di dismettere il vetusto patrimonio ERP per reinvestire i denari in nuovi alloggi, ma non possono per i vincoli imposti dalla legge regionale. Se fosse stata accolta la nostra proposta oggi non saremmo di fronte a questo limite, e la domanda delle migliaia di famiglie che coltivavano il sogno di una casa di proprietà non si sarebbero infrante contro il muro dell’ideologia".

A fronte di tutto questo, concludono i consiglieri azzurri, "facciamo ripartire il confronto ed in questo ultimo stralcio di legislatura chiudiamo in un cassetto un provvedimento che ha prodotto solo danni, per aprire un nuovo percorso volto all’emancipazione sociale di migliaia di cittadini ed al contempo per rinnovare strutturalmente l’attuale e vetusto patrimonio ERP".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Cronaca