QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
MASSA CARRARA
Oggi 11° 
Domani 11° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News massacarrara, Cronaca, Sport, Notizie Locali massacarrara
martedì 06 dicembre 2016

Attualità venerdì 25 marzo 2016 ore 12:36

Cerimonia adeguata​ in memoria degli esuli

Accorato appello al sindaco di Massa Alessandro Volpi dal presidente Associazioni Esuli Istriani, Fiumani e Dalmati, Antonio Ballarin

MASSA — Il presidente della Federazione Associazioni Esuli Istriani, Fiumani e Dalmati, Antonio Ballarin, in una lettera aperta indirizzata al sindaco, Alessandro Volpi, evidenzia come, soprattutto oggi, la complessità delle vicende dell’adriatico orientale richieda approfondimenti adeguati al fine di trasmettere nella società i concetti di tolleranza, accoglienza e giustizia.

“Il dramma patito dalla pulizia etnica a danno delle popolazioni di lingua italiana e i diritti umani negati ai cittadini delle terre italiane, cedute con i vari trattati internazionali alla Jugoslavia, sono ancora aspetti poco conosciuti, che è necessario approfondire per capire e soprattutto per ricordare le tragiche vicende che videro la pulizia etnica della componente italiana di quelle terre avvenuta in vario modo, dall’eliminazione fisica delle persone gettate nelle foibe o in mare, alla slavizzazione forzata della popolazionell’arco dei due decenni successivi alla fine della seconda guerra mondiale.”

Proprio per questo è stato istituito il Giorno del Ricordo con la legge 92 del 2004 che prevede la celebrazione della Memoria riguardante i tragici eventi del dopoguerra, una celebrazione che, secondo la Federazione, non ha, al momento, adeguato spazio presso il Comune di Massa.

“Le chiediamo con questo accorato appello che il Comune da Lei guidato dia adeguato spazio e voce ai protagonisti di questa vicenda umana, a coloro che desiderano celebrare un’identità sfregiata e non becere ideologie sconfitte o superate dalla Storia. Le chiediamo di dare seguito ad azioni tese a celebrare la Memoria con un’adeguata cerimonia presso il Comune di Massa per mettere in moto il cuore umano e costruire elementi di pacificazione, di giustizia e verità”

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità