QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
MASSA CARRARA
Oggi 4° 
Domani -1°10° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News massacarrara, Cronaca, Sport, Notizie Locali massacarrara
domenica 19 novembre 2017

Attualità venerdì 21 aprile 2017 ore 16:31

Esplode la primavera a Km zero

Weekend tra fiori, piante, ulivi, alberi da frutto ed aromatiche nel centro storico della città ducale che torna, da sabato 22 a domenica 23 aprile

MASSA — Organizzata da “Massa da Vivere” in collaborazione con il Comune di Massa e coldiretti (info www.massacarrara.coldiretti.it) la due giorni di “Massa in Fiore”, che ogni anno raccoglie migliaia di appassionati, mette in mostra tutti i fiori più belli della stagione: dalle camelie alle fresie, dal glicine all’iris passando per margherite, gerani, berbere fino agli ulivi secolari e alle piante grasse passando per le salvia, rosmarino, coriandolo indispensabili per allestire profumatissimi piccoli orti su davanzali, pareti e terrazzini. Protagonisti dell’esposizione-rassegna un selezionato gruppo di produttori orto-florovivaistici locali toscani che aderiscono alla rete di Campagna Amica arrivati a Massa dalla vicina Versilia e Pistoia, capitali del florovivaismo, ma anche da Lucca e da altre province. Una passione, quella dei giardini e degli orti che si accende con l’arrivo della primavera e che coinvolge quasi un toscano su due. A dirlo è una recente indagine diColdiretti/Censis secondo cui il 46,2% per cento dei toscani si dedica, oltre che ai fiori in vaso, alla coltivazione “fai da te” di lattughe, pomodori, piante aromatiche, peperoncini, zucchine, melanzane, ma anche di piselli, fagioli fave e ceci da raccogliere all'occorrenza. Il 46,2% degli italiani ha dichiarato infatti di coltivare da sé piante e ortaggi soprattutto per la voglia di mangiare prodotti sani e genuini (25,6%), ma anche per passione (10%) e in piccola parte per risparmiare (4,8%). Si tratta peraltro di un interesse che ha una diffusione trasversale tra uomini e donne, fasce di età e territori di residenza anche se dall’analisi emergono aspetti sorprendenti: la percentuale è più alta tra i giovani rispetto agli anziani e tra le donne rispetto agli uomini. Tra i giovani di età compresa tra i 18 ed i 34 anni la percentuale sale addirittura al 50,8% e per quanto riguarda il genere a coltivare l’orto è oltre il 47,5% degli uomini a fronte del 43% delle donne. “I toscani – spiega Coldiretti Massa Carrara - si dedicano al lavoro nell’orto nei giardini e nei terrazzi privati, ma anche nei terreni pubblici o nelle aziende agricole con il comune denominatore che è la passione per il lavoro all’aria aperta, la voglia di vedere crescere qualche cosa di proprio, il gusto di mangiare od offrire a familiari od amici prodotti freschi, genuini e di stagione, ma anche in alcuni casi di risparmiare senza rinunciare alla qualità in un difficile momento di crisi. Massa in Fiore – conclude Coldiretti – è uno degli appuntamenti dove questa passione può esprimersi”.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Politica