QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
MASSA CARRARA
Oggi 10°19° 
Domani 13°19° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News massacarrara, Cronaca, Sport, Notizie Locali massacarrara
martedì 17 ottobre 2017

Attualità mercoledì 02 agosto 2017 ore 17:56

Venti milioni di euro per le imprese apuane

Il porto di Carrara

Fissata per settembre a Roma la firma tra Regione e Mise dell'accordo di programma d'investimenti a sostegno delle imprese e dell'occupazione

FIRENZE — La Toscana sarà la prima Regione italiana a firmare un accordo del genere. In ballo ci sono 10,4 milioni di euro, dei quali 5 arriveranno dal bilancio regionale e 5,43 da quello del Ministero per lo sviluppo economico, al fine di promuovere un bando per progetti di insediamento o di ampliamento da parte di imprese, esclusivamente nell'area apuana, che abbiano un valore di almeno 1,5 milioni di euro. A questi la Regione aggiungerà altri 10 milioni di euro destinati ad interventi di sostegno alle piccole e medie imprese, e che pertanto non prevederanno un minimo di investimento.

Questa mattina, nel corso della riunione convocata presso la presidenza della Regione, è stato fatto il punto sulle varie questioni che riguardano la zona e che sono contenute nel Protocollo d'intesa firmato a Massa nel 2015. Il tavolo riunito in Regione, coordinato dal consigliere del presidente Rossi per i problemi del lavoro, Gianfranco Simoncini, e al quale hanno preso parte il sindaco di Massa, Alessandro Volpi, l'assessore di Carrara, Sara Scaletti, il vice presidente della Provincia, Paolo Grassi, il direttore dell'Autorità di sistema marittimo ligure orientale, Francesco Di Sarcina, il consigliere regionale Giacomo Giannarelli e i rappresentanti di Confindustria e Cgil, Cisl e Uil, ha auspicato che la scadenza per la firma dell'Accordo di programma venga rispettata, anche perché si tratta dell'attuazione di un impegno preso quasi due anni fa.

E' stato poi esaminato lo stato di avanzamento del progetto di bonifica, riconfermando che si sta lavorando per giungere prima possibile alla progettazione esecutiva, visto l'annuncio da parte del Ministero dell'ambiente della disponibilità dei 21 milioni di euro necessari a realizzare le opere di disinquinamento.

Sulla questione del waterfront e dei collegamenti ferroviari per il porto di Carrara è uscita riconfermata la disponibilità da parte di Rete ferroviaria italiana a finanziare il collegamento tra il porto e la rete nazionale, un intervento da 5 milioni di euro (a cui si aggiungono i finanziamenti dell'Autorità di sistema) la cui gara sarà bandita a fine agosto.

Per ciò che riguarda la difesa idraulica tutte e tre le conferenze dei servizi sugli interventi che riguardano il Ricortola, il Frigido e il Fosso del Lavello sono in programma nel mese di settembre.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Spettacoli

Cronaca

Cronaca

Attualità