QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
MASSA CARRARA
Oggi 15°16° 
Domani 16°23° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News massacarrara, Cronaca, Sport, Notizie Locali massacarrara
domenica 25 settembre 2016

Attualità giovedì 18 febbraio 2016 ore 09:40

​La Diocesi risponde alle accuse

Per la prima volta dopo l’esplosione del caso, la Diocesi di Massa Carrara e Pontremoli interviene sull’ex parroco a luci rosse di Caniparola

MASSA — “Al fine di fugare ogni dubbio- si legge nel documento- il Vescovo e i suoi collaboratori invitano chi fosse a conoscenza di fatti o circostanze in cui ravvisassero violazione delle leggi, a riferire quanto prima alle autorità giuridiche civili o ecclesiastiche, ciascuna per le proprie competenze. Il caso era stato preso in esame dal Vescovo, monsignor Giovanni Santucci, e dai suoi collaboratori nell’estate 2015. Allora, dopo gli accertamenti necessari, furono avviate le procedure previste dalla normativa ecclesiastica per rimuovere tempestivamente il sacerdote dall’incarico e allontanarlo dalla parrocchia. È stato altresì disposto di collocarlo in una residenza provvisoria, di proprietà della Diocesi, in attesa di successivi chiarimenti sulla sua posizione e le sue responsabilità negli atti commessi”.

Nella nota diramata dalla Diocesi si legge dunque una forte presa di posizione nei confronti dell’ormai famigerato Don Euro, ma si legge anche come “sulla certezza evangelica che di fronte al fratello che sbaglia, la condotta della Chiesa deve essere orientata ad applicare la condanna del peccato e la medicina della misericordia”.

Ad ogni modo, al fine di arrivare a un chiarimento con i fedeli, il Vescovo ha promesso un incontro per un confronto franco e chiarificatore. Un provvedimento giunto probabilmente anche per impedire la fiaccolata in programma per domenica. Nella fase conclusiva della nota si legge infatti l’auspicio affinché “si possa giungere, nelle sedi appropriate, che non sono né la piazza né lo spazio mediatico, alla definitiva chiarezza e alla riparazione dello scandalo e della sofferenza arrecata a persone e comunità parrocchiali”.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità