QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
MASSA CARRARA
Oggi 12° 
Domani 10°12° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News massacarrara, Cronaca, Sport, Notizie Locali massacarrara
venerdì 28 febbraio 2020

Attualità lunedì 13 gennaio 2020 ore 10:17

Giovani start-up, 18 milioni dalla Regione

A Villa Cuturi primo incontro sui nuovi contributi del programma di sviluppo rurale. A Massa Carrara una impresa su cinque è under 40



MASSA — 30mila euro di primo insediamento e rimborsi del 50 per cento sui costi sostenuti per varie misure. Sono i  contributi dei quali potranno beneficiare, nell'ambito del programma di sviluppo rurale, gli under 40 che hanno aperto una partita Iva agricola negli ultimi 24 mesi, o la apriranno nei prossimi.

Lo rende noto Coldiretti ricordando che "Sono 18 i milioni di euro messi in campo dalla Regione Toscana nell’ambito del Psr 2014-2020 per sostenere i giovani tra i 18 e i 40 anni che vogliono creare un’impresa agricola". I termini per presentare le domande si apriranno il prossimo 3 febbraio. 

Coldiretti ha organizzato una serie di incontri su tutto il territorio per informare e guidare le aspiranti starp-up. Il primo appuntamento è in programma mercoledì 15 gennaio, alle 16 a Villa Cuturi a Marina di Massa (Ms). L’incontro è aperto a tutti. 

“Il premio insediamento e le misure del Psr – analizza Maurizio Fantini, direttore Coldiretti Massa Carrara – hanno permesso a decine di imprese di nascere, ad altre di crescere ed affermarsi stimolando investimenti ed innovazione ma anche il ricambio generazionale e la continuità aziendale in zone svantaggiate. Sono circa 200 le aziende agricole oggi guidate da under 35. In pratica una su cinque. Per chi sta pensando ad un futuro imprenditoriale nell’agricoltura – spiega ancora la Ferrari - questo è il momento giusto per fare il passo verso uno stile di vita più salutare, sostenibile e di sicura soddisfazione. Non ci sono solo risorse per chi vuole iniziare ma per chi vuole migliorarsi e crescere”.



Tag

Coronavirus, informativa Speranza: «Un applauso per i nostri medici, fidiamoci dei nostri scienziati»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Lavoro

Cronaca

Attualità