QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
MASSA CARRARA
Oggi 10°16° 
Domani 15°18° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News massacarrara, Cronaca, Sport, Notizie Locali massacarrara
venerdì 24 maggio 2019

Attualità domenica 01 marzo 2015 ore 12:38

Disinnescata la bomba, in 17 mila tornano a casa

Gli artificieri sono riusciti a disarmare l'ordigno a tempo di record e lo hanno portato in una cava per farlo brillare; riaperta la "zona rossa"



CARRARA — E' andato tutto come da programma. Due minuti dopo mezzogiorno, al termine di 40 minuti di lavoro, gli artificieri hanno sganciato le due spolette dalla bomba aerea di 300 kg, residuato della seconda guerra mondiale, ritrovata nei pressi della stazione ferroviaria di Avenza.

Un'operazione delicata e rischiosa, tanto è vero che ben 17 mila persone, residenti in un raggio di 1800 metri dal luogo in cui è stata rinvenuta la bomba, dalle 8:30 di questa mattina sono state fatte evacuare dalle loro abitazioni dove sono potute rientrare solo alla fine dei lavori di disinnesco.

Alcune di queste persone, cinquecento circa, durante le operazioni hanno trovato rifugio nel complesso fieristico della Marmi Macchine, a Marina di Carrara, dove è stato allestito anche un ospedale da campo che ha accolto una ventina di pazienti in barella.

Per portare a termine il lavoro insicurezza è stato anche necessario deviare il traffico ferroviario, chiudendo la stazione di Avenza e modificando la circolazione dei treni. Chiusa anche un tratto dell'autostrada A12.

Alle 12:20 circa la protezione civile del Comune di Carrara ha diramato il messaggio di chiusura delle operazioni, invitando i cittadini evacuati a rientrare nelle loro case.

Contestualmente è stata ripristinata la circolazione ferroviaria e quella automobilistica sull'autostrada.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità