QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
MASSA CARRARA
Oggi 7° 
Domani 10°14° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News massacarrara, Cronaca, Sport, Notizie Locali massacarrara
giovedì 14 dicembre 2017

Attualità martedì 25 luglio 2017 ore 16:40

Comuni uniti per la gestione della Francigena

Con la firma della convenzione tra 39 Comuni, si concretizza la creazione del primo prodotto turistico omogeneo "Via Francigena toscana"

FIRENZE — I rappresentanti delle varie amministrazioni comunali hanno siglato una convenzione nel corso di un convegno dal titolo ''La Francigena. L'impronta sostenibile della Toscana e dei territori protagonisti'', che si è tenuto nella sede della Regione Toscana a Firenze. 

Ai Comuni firmatari, viene affidato l'esercizio associato delle funzioni in materia di gestione dell'accoglienza e dell'informazione turistica legate alla Francigena, di promozione e comunicazione, di manutenzione ordinaria degli itinerari escursionistici e di monitoraggio ed analisi dei flussi turistici. Secondo la convenzione, Toscana Promozione Turistica e Fondazione Sistema Toscana affiancheranno i Comuni per la promozione del prodotto turistico. Irpet sarà invece il soggetto che provvederà ad analizzare i dati sui flussi turistici. L'accordo prevede anche la costituzione di uno specifico Osservatorio turistico di destinazione.

"I Comuni - ha detto l''assessore al turismo Stefano Ciuoffo - si mettono in gioco e diventano protagonisti. E'' importante mettere in evidenza gli aspetti romantici e religiosi legati a questo cammino ma lo è altrettanto cominciare a parlare di cose concrete, di strutturazione del tracciato. E'' il momento di lavorare con metodo, di motivare le comunità locali a difendere la propria storia, le proprie tradizioni, altrimenti la Francigena rischia di disperdersi". 

Per il direttore di Toscana Promozione Turistica Alberto Peruzzini, la Francigena "ad oggi è un forte strumento di comunicazione, sui media nazionali ed internazionali. E inizia ad essere venduta anche dai tour operator. Un prodotto di nicchia che fa numeri contenuti ma che si è inserita a pieno titolo nell''offerta di chi, in Italia e all''estero, propone turismo slow".

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità