comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
MASSA CARRARA
Oggi 17°21° 
Domani 17°21° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News massacarrara, Cronaca, Sport, Notizie Locali massacarrara
sabato 30 maggio 2020
corriere tv
Fase 2, ecco la prima «cupola» per andare al mare

Attualità giovedì 12 febbraio 2015 ore 14:00

Donne e marmo tra gioielli e borse

Il marmo di Carrara come base per oggetti di moda. Sei imprenditrici si raccontano esponendo le loro creazioni alla mostra “Il marmo da indossare"



CARRARA — Adesso la moda si fa anche con il marmo, la materia prima utilizzata dagli artisti di tutto il mondo è stata utilizzata da sei imprenditrici per realizzare le loro creazioni, presentate nella mostra allestita al piano terra della Camera di Commercio dal titolo "Il marmo da indossare tra moda, design e Made in Italy".

Collane, orecchini, borse, occhiali, tutti rigorosamente di marmo ma marmo leggero, come quello utilizato dalla giovane scultrice di Carrara Sara Devoti, della "Devoti gioielli". Nei gioielli sottili come piume di Sara il marmo delle Apuane si sposa con i metalli nobili e l'arte orafa fiorentina: fibbie, anelli, orecchini, bracciali e collier che portano la lavorazione artigianale del marmo verso il mondo nell’alta moda e del Made in Italy del lusso. 

Poi le bags, eco borse con borchie di marmo statuario create da Carole Dazzi, 30 anni e Rita Lucchesi, 40 anni. I primi prototipi della linea “Stratosfera” presentati in un atelier di Parigi e successivamente in un concept-store romano.

Ferma foulard a forma di cuore, orecchini e collane Zen creati con il marmo bianco di Carrara che non ha segreti per Chiara Imperiali, trentenne cresciuta tra cave e blocchi di marmo. Chiara realizza completamente a mano i monili di Marmonìa. Le catene e catenine in oro rosa, ossa e sfere di pelle colorata sono alcuni dei supporti privilegiati nella composizione dei monili.

Il richiamo del marmo per Valeria Eva Rossi, nata a Carrara ma cresciuta tra Firenze e Parigi, oggi vive a Torino, è sempre stato irresistibile. Ciondoli, collane ed orecchini sono realizzati a mano secondo le tecniche della migliore tradizione artigiana italiana.

Il filo diamantato per il taglio della pietra diventa un accessorio da indossare. Diventa un braccialetto grazie a Emma Caste’, designer, restauratrice ed ecclettica organizzatrice, non usa il marmo, ne la pietra ma il filo diamantato per creare la sua personalissima linea di braccialetti colorati.

Poi le parure di perle in “Calacatta”, Statuario” e ’“Arabescato” per esaltare le rotondità, la lucentezza e la femminilità del marmo di Carrara. La lavorazione è affidata alle storiche botteghe artigiane di Arezzo attraverso una sinergia di manualità ed esperienze completamente Made in Italy. La linea delle Perle di Marmo è distribuita da Ranamore e sostenuta dall'associazione Donne del Marmo.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità