Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 13:21 METEO:MASSA CARRARA10°  QuiNews.net
Qui News massacarrara, Cronaca, Sport, Notizie Locali massacarrara
martedì 25 gennaio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Quirinale, Letta: «Dobbiamo chiuderci in una stanza a pane e acqua per la soluzione»

Attualità mercoledì 29 aprile 2015 ore 17:45

Fondi europei, in sicurezza la frana di Capannelle

In fase conclusiva la gara per l’affidamento dei lavori ​Consorzio di Bonifica e Comune esprimono soddisfazione: più sicurezza per il territorio



MASSA — Il territorio del comune di Massa diventa più sicuro dal punto di vista idraulico e idrogeologico grazie al Consorzio di Bonifica 1 Toscana Nord e alle risorse che l’Ente è riuscito ad intercettare sulla linea di finanziamento, veicolata dalla Regione, del Piano di sviluppo rurale dell’Unione europea

E’ in fase conclusiva, infatti, la gara per l’affidamento dei lavori per il progetto straordinario di consolidamento e messa in sicurezza del versante a monte della strada provinciale 5 della Bassa Tambura, in località Capannelle: un intervento dalla portata economica complessiva che supera i 400mila euro, e che proprio il Consorzio avvierà già a partire dalle prossime settimane, per completarlo entro la fine di maggio.

Col cantiere, infatti, si opererà per la riduzione del rischio incombente su un tratto della strada provinciale: qui la frana è iniziata a gennaio del 2014, conseguentemente ad un periodo di intense e prolungate precipitazioni. Il cedimento ha così provocato la distruzione della parte inferiore dell’area del vivaio posta in sponda destra del Fosso del Cherubino, che ha rischiato, a più riprese, l’occlusione totale da parte del materiale lapideo e ligneo movimentato. Ora il Consorzio interverrà in modo deciso, attraverso la realizzazione di barriere, briglie, palificate, nuove canalette di scolo, riprofilatura del versante ed opere di bioingegneria.

“Siamo davanti è un fatto inedito – sottolinea il presidente del Consorzio Ismaele Ridolfi - per la prima volta, infatti, un Ente consortile, grazie anche a un aggiornamento normativo voluto dalla Regione, può accedere ai fondi del PSR, garantendo anche la copertura dell’IVA prevista dalla legislazione vigente. Si tratta di un passaggio importante, perché possiamo così potenziare la nostra attività finalizzata all’abbattimento del rischio idraulico, andando ad intervenire in modo risolutivo su una particolare problematica idraulica – un movimento franoso - e garantendo più sicurezza anche alla viabilità presente”.

Soddisfatto anche il Sindaco Alessandro Volpi che ricorda che gli interventi tesi alla mitigazione del rischio idrogeologico idraulico cui è soggetto il territorio sono la priorità dell’Amministrazione comunale .


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
​I nuovi contagiati dal coronavirus nella provincia sono 159, in flessione rispetto a ieri. Positivi sono emersi anche nei Comuni della Lunigiana
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Chi mette al centro la persona

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità