Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 10:38 METEO:MASSA CARRARA10°  QuiNews.net
Qui News massacarrara, Cronaca, Sport, Notizie Locali massacarrara
mercoledì 08 dicembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Germania, la standing ovation per Angela Merkel in parlamento

Cronaca mercoledì 27 gennaio 2016 ore 16:22

I figli dell'omicida condannati per droga

I ragazzi, 25 e 30 anni, erano imputati per reati legati alla droga. Ieri è arrivata la condanna del tribunale di Massa a un anno di reclusione



CARRARA — Si fa sempre più chiaro il quadro che avrebbe portato Roberto Vignozzi a sparare e uccidere il maresciallo dei carabinieri Antonio Taibi. Al momento della confessione, l'omicida ha raccontato agli inquirenti di aver agito per vendetta nei confronti del militare che a suo dire aveva rovinato la vita a lui e ai suoi figli.

Il procuratore di Massa Aldo Giubilaro ha raccontato che, in effetti, Taibi si era occupato in passato delle indagini sui due giovani, uno di 25 e l'altro di 30 anni finiti in un'inchiesta di droga.

Ieri il tribunale di Massa li ha condannati entrambi a un anno di reclusione.

Secondo quanto riportano le agenzie, inoltre, uno dei due sarebbe soprannominato Diabolik e sarebbe coinvolto anche nelle indagini su alcune rapine compiute da una persona che agiva con il volto coperto da un passamontagna.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Riapre sabato prossimo l'hub vaccinale al padiglione 5 del centro servizi. Ecco cosa accade per chi aveva prenotato al vecchio ospedale
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Salvatore Calleri

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità