Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 13:28 METEO:MASSA CARRARA17°23°  QuiNews.net
Qui News massacarrara, Cronaca, Sport, Notizie Locali massacarrara
lunedì 20 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Pallavolo maschile, l'Italia è campione d'Europa: il punto decisivo e l'esultanza

Attualità martedì 23 marzo 2021 ore 14:23

Attivato il 112, il numero unico per le emergenze

E' attivo anche per le province di Lucca e di Massa Carrara, compresi i Comuni della Versilia, il 112 "Numero Unico di Emergenza"



LUCCA/MASSA CARRARA — Al via il Numero Unico di Emergenza (NUE) 112 anche per le province di Lucca e di Massa Carrara, compresi i Comuni della Versilia.

Terminata l’estensione del in tutte le province toscane, prevista per la fine del mese di Aprile, la Centrale Unica di Risposta (CUR 112) Regione Toscana, situata presso il presidio Palagi di Firenze, offrirà un servizio a 4 milioni e mezzo di utenti al giorno, compresi i cittadini residenti, i turisti e coloro che transitano in Toscana per lavoro.

La centrale toscana è la più grande d’Italia, gestisce 80 centrali operative diffuse su tutto il territorio ed è in grado di governare le richieste di soccorso provenienti anche dalla regione Marche-Umbria (centrale gemella) per un totale di 7 milioni di utenti serviti. Con il NUE 112 è possibile orientare correttamente il cittadino verso il suo reale bisogno, velocizzando di fatto l’intervento di soccorso.

“Anche a Lucca parte il 112. Basterà comporre un unico numero – sottolinea il Prefetto di Lucca, Francesco Esposito – per chiedere aiuto e ottenere la risposta più appropriata alla situazione di rischio che si sta correndo. Con il 112 si crea una rete nella gestione delle emergenze di qualsiasi natura in grado di dare risposte complessive, mirate e integrate, di cui abbiamo ancor più bisogno ora nell’emergenza Covid”.

“Esprimo vivissimo apprezzamento – evidenzia il Prefetto di Massa Carrara, Claudio Ventrice – per l’importanza dell’odierna inclusione delle due provincie nella fase operativa del piano regionale di adozione del numero unico di emergenza”.

“La centrale unica di risposta - aggiunge il Direttore Generale dell’Azienda USL Toscana nord ovest, Maria Letizia Casani - è un obiettivo importante per i nostri territori e ringrazio tutti coloro che hanno lavorato a questo percorso, a partire dai nostri operatori della Centrale 118".

Ad oggi sono oltre 200 mila le chiamate prese in carico dalla CUR 112 Regione Toscana, attiva dallo scorso dicembre. Circa 2800 sono le chiamate gestite giornalmente dalla sala operativa, con un tempo medio di attesa per l’utente di 1,8 sec.

In questo ultimo periodo, in aggiunta alla consueta azione di filtro che la centrale operativa svolge su oltre il 50% di chiamate improprie, ovvero non di reale emergenza, si registra un notevole incremento di richieste di informazioni, oltre 7000 ad oggi, legate all'emergenza Covid. Anche in questo caso vengono prese incarico e gestite direttamente dalla sala operativa, senza un passaggio alle centrali di secondo livello.

93.000 è invece il numero di chiamate inoltrate ai PSAP2, così suddivise: 50000 alla centrale di secondo livello per emergenza sanitaria, segue quella dell’Arma dei Carabinieri e della Polizia di Stato con 37000 e infine 6000 ai Vigili del Fuoco.

“I dati degli ultimi mesi di attività - afferma Alessio Lubrani, Direttore Nue 112 Regione Toscana - mostrano una notevole capacità di filtro del numero unico di emergenza che riveste un ruolo strategico anche in questa fase di emergenza sanitaria in cui gli utenti necessitano di informazioni legate al Covid”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Ecco le opportunità proposte dai Centri Impiego di Massa Carrara e provincia, lavori a tempo indeterminato e determinato ed apprendistato
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

CORONAVIRUS