Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:51 METEO:MASSA CARRARA14°19°  QuiNews.net
Qui News massacarrara, Cronaca, Sport, Notizie Locali massacarrara
martedì 19 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Elezioni comunali, il Pd ha vinto ma la battaglia per le Politiche sarà diversa

Attualità lunedì 19 aprile 2021 ore 18:13

Riaperture, i ristoranti al chiuso puntano i piedi

ristorante vuoto

Chi non ha uno spazio all'esterno su cui poter contare non ci sta a dover rinviare la ripresa delle attività al primo Giugno e solo a pranzo



LUCCA / MASSA CARRARA — “Inaccettabile pensare di riaprire i ristoranti anche al chiuso, peraltro solo a pranzo, soltanto a partire dal primo giugno”: sulle riaperture i locali al chiuso, che non possono contare su spazi esterni, puntano i piedi e non ci stanno a dover rinviare la ripresa delle attività. Lo dice a chiare lettere Confcommercio Imprese per l’Italia delle province di Lucca e Massa Carrara, ritornando sulla road map annunciata venerdì scorso dal presidente del consiglio Mario Draghi. 

“Come già detto nei giorni scorsi – si legge in una nota dell’associazione -, si intravede un piccolo segnale di speranza nelle parole e nelle intenzioni di Draghi, ma ci sono tanti aspetti da chiarire e migliorare. Soprattutto per quanto riguarda i ristoranti, che erano e continuano ad essere una delle categorie inspiegabilmente più penalizzate. Come abbiamo già avuto modo di dire, riaprire soltanto all’aperto anche a cena dal 26 aprile, mantenendo il coprifuoco alle 22, è una misura del tutto insufficiente". 

"Penalizza chi non abbia i tavoli all’aperto - incalza l'associazione interprovinciale di categoria - perché non invita realmente le persone a cenare fuori la sera con la spada di Damocle sulla testa del rientro a casa alle 22 e perché in questa stagione, con temperature ancora basse, cenare all’aperto può essere climaticamente scomodo, soprattutto nelle località collinari e montane”. 

“A tutto questo – aggiunge Confcommercio – si somma il fatto che il Governo preveda di riaprire i ristoranti anche al chiuso, ma soltanto a pranzo, dal primo giugno. Un altro mese e mezzo di fatturati dimezzati per i nostri imprenditori, senza poi avere una riapertura effettiva e reale neppure l’1 giugno. Semplicemente inaccettabile". 

“In conclusione – termina Confcommercio – rinnoviamo al Governo la richiesta di posticipare da subito il coprifuoco quantomeno alle 23, per rendere effettivamente praticabile la possibilità di uscire a cena già dal 26 aprile. E al tempo stesso chiediamo di anticipare la data del primo giugno al primo maggio per la riapertura dei ristoranti anche al chiuso, estendendola anche alla sera".

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Operazione della polizia che da tempo teneva sotto controllo spacciatore. Nella sua auto la droga era divisa in dosi e nascosta
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Cronaca

Attualità

Cronaca