Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:55 METEO:MASSA CARRARA14°  QuiNews.net
Qui News massacarrara, Cronaca, Sport, Notizie Locali massacarrara
domenica 18 aprile 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Milano, le notti violente all'Arco della Pace

Cronaca lunedì 01 marzo 2021 ore 16:27

Bruciò la mascherina coi No Vax, perquisito

Digos

L'uomo, massese, 51 anni, nel corso di una manifestazione a Milano aveva anche minacciato "macello" durante il Festival di Sanremo



MASSA — Ha bruciato le mascherine in piazza durante una manifestazione No Vax a Milano il 20 febbraio scorso, e adesso minacciava "un macello" a Sanremo durante lo svolgimento del Festival. Così il massese, 51 anni, ieri sera è stato raggiunto dal personale della Digos di Milano e del compartimento di polizia postale della Liguria che, unitamente alla Digos di Massa Carrara, ha dato esecuzione ad un decreto di perquisizione personale e locale a suo carico. 

Il provvedimento è stato disposto da Alberto Nobili, coordinatore della sezione distrettuale antiterrorismo di Milano. L'iniziativa giudiziaria si è resa necessaria a seguito di una serie di azioni di protesta poste in essere dal massese in occasione di una manifestazione No Vax, svoltasi lo scorso 20 febbraio a Milano, venendo indagato per istigazione a delinquere, istigazione a disobbedire alle leggi, offesa all'onore e al prestigio del presidente della Repubblica, vilipendio della Repubblica, propaganda e istigazione a delinquere per motivi di discriminazione razziale etnica e religiosa nonché altre violazioni. 

In particolare in più occasioni aveva invitato i partecipanti a violare le prescrizioni notificate dalla questura, non indossando i sistemi di protezione individuale e bruciando le mascherine in piazza. Durante tali azioni, diffuse in diretta via Facebook, ha istigato a compiere azioni eclatanti a Sanremo nel corso della manifestazione canora del Festival, minacciando "di far saltare il baroccio", di "caricare la polizia", di fare un "macello". All'uomo sono stati sequestrati tre dispositivi mobili e un personal computer, nonché i suoi tre profili Facebook. Sono poi stati congelati gli account da lui utilizzati contro il Festival della canzone.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il dato emerge dal report sanitario delle ultime 24 ore elaborato dall'Asl nord ovest, che fa il punto anche su ricoveri e vaccini
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Libero Venturi

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Cronaca

Attualità