Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 10:15 METEO:MASSA CARRARA23°30°  QuiNews.net
Qui News massacarrara, Cronaca, Sport, Notizie Locali massacarrara
lunedì 15 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Lenny Kravitz in concerto interrotto dalla videochiamata di Denzel Washington
Lenny Kravitz in concerto interrotto dalla videochiamata di Denzel Washington

Attualità domenica 11 aprile 2021 ore 11:05

"Ristoranti aperti a cena prenotando e sicuri"

ristorante chiuso

Le associazioni di categoria provinciali dell'artigianato uniscono le forze per chiedere di poter accogliere commensali la sera in sicurezza Covid



MASSA CARRARA — "Ristoranti aperti a cena con prenotazione e in sicurezza rispetto alle normative anti contagio da Covid-19": è quanto chiedono dalla provincia di Massa Carrara le associazioni di categoria degli artigiani. Uniscono le forze Cna, Confartigianato e Casartigiani, con i presidenti di Cna Agroalimentare Andrea Borghini e di Confartigianato Alimentare Gabriele Giovanelli a tenere il pallino delle richieste dei ristoratori e a lanciare anche l'appello ad "aumentare i controlli nei confronti di coloro che non rispettano la vigenti misure previste per il contenimento della diffusione dell’epidemia da Covid-19".

"Dopo un anno siamo ancora nella stessa situazione - affermano - con l’aggravante che nel frattempo i sostegni per il settore sono stati del tutto inadeguati a compensare le perdite subite e il blocco dei licenziamenti nasconde una realtà ben più amare che purtroppo costringerà le imprese che non ce la faranno a chiudere. L’unica possibilità per poter aprire in sicurezza è accelerare la vaccinazione della popolazione e successivamente prestare particolare attenzione agli addetti delle categorie economiche come la ristorazione". 

"Riteniamo - proseguono - che alla luce dell’avviata campagna di vaccinazione sarebbe fondamentale consentire ai ristoranti ubicati nelle cosiddette zone gialle, capaci di documentare la rigida osservanza delle misure imposte dalla normativa, di poter riprendere la propria attività anche durante le ore serali". E ancora: "Le proposte sono chiare e fattibili: apertura dalle 5 del mattino alle 23 della sera con obbligo di prenotazione, raccolta delle informazioni dei clienti, numero di persone ammesso e la dichiarazione circa lo stato di convivenza dei commensali. Ai tavoli non più di 4 persone e se conviventi massimo 8. Tutta la documentazione dovrà essere conservata dall’esercizio per i 14 giorni successivi".

Le associazioni richiamano anche l’attenzione sullo svolgimento delle cerimonie e degli eventi, altro segmento fondamentale dell’economia, distinguendo tra feste (che fanno capo a persone fisiche che non si riferiscono a un’azienda che organizza l’attività e non fanno riferimento a nessun protocollo) e cerimonie (che sono un’attività organizzata, che deve sottostare ai protocolli previsti per il settore).


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno