Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 13:11 METEO:MASSA CARRARA10°17°  QuiNews.net
Qui News massacarrara, Cronaca, Sport, Notizie Locali massacarrara
venerdì 26 febbraio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
La rapina da Yamamay: una commessa a terra ferita, l'altra affronta il bandito

Attualità martedì 26 gennaio 2021 ore 19:45

Maltempo, chiesto lo stato di emergenza

persone in prossimità di una frana

Un milione e mezzo di euro per ripristinare la viabilità provinciale e un fondo pluriennale per la manutenzione nelle richieste avanzate alla Regione



MASSA — Il riconoscimento dello stato di emergenza di livello regionale e un finanziamento straordinario di 1 milione e mezzo di euro per il ripristino della viabilità provinciale: è quanto ha richiesto il presidente della Provincia di Massa-Carrara Gianni Lorenzetti nella lettera inviata al presidente della Regione Toscana Eugenio Giani, e all’assessore all’ambiente, difesa del suolo e protezione civile della Regione Toscana Monia Monni per i danni causati dal maltempo nello scorso fine settimana.

“Nelle giornate 22-23 gennaio 2021 – ha scritto il presidente - si sono verificati allagamenti, danni alle coltivazioni, numerose frane e smottamenti in tutto il territorio lunigianese, con particolare intensità nei comuni della Lunigiana nord occidentale, già interessati dalle eccezionali nevicate delle settimane precedenti".

"Molte sono state le strade provinciali e comunali chiuse e gravi i disagi per la circolazione, già segnalate dalla protezione civile provinciale. Dall’inizio dell’allerta di venerdì 22 è stata attivata la sala operativa provinciale unitamente alla prefettura per la gestione dell’emergenza. Nella giornata di domenica 24 gennaio, insieme ai sindaci e ai tecnici della Provincia e dei Comuni, è stato effettuato un primo sopralluogo e avviati gli interventi possibili in emergenza", ricostruisce Lorenzetti.

Poi, l'elenco delle strade provinciali che hanno riportato danni tali da richiederne la chiusura: "Sono state sette le strade provinciali chiuse a causa di questa emergenza: SP 37 Pontremoli-Zeri, SP 38 Succisa, SP 63 Guinadi, SP 58 Ugliancaldo, SP 67 Bagnone-Iera, SP 17 Posara, SP 75 di Lagastrello-Comano: di queste solo la Sp 67 di Bagnone è stata riaperta a senso uncio alternato con il divieto di transito per i mezzi superiori ai 2,20 metri di larghezza".

Oltre allo stato di emergenza è stato richiesto un finanziamento straordinario indicato sommariamente in 1,5 milioni di Euro per poter garantire la riapertura in sicurezza delle strade provinciali chiuse e poter ripristinare i collegamenti con le frazioni montane interessate.

La lettera si chiude con l’invito da parte del presidente Lorenzetti a “valutare la possibilità di mettere in campo un intervento finanziario pluriennale per consentire a questa Provincia di programmare un piano di manutenzione straordinaria pluriennale in grado di mettere in sicurezza le infrastrutture viabili del territorio provinciale con interventi risolutivi”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità