Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:50 METEO:MASSA CARRARA19°23°  QuiNews.net
Qui News massacarrara, Cronaca, Sport, Notizie Locali massacarrara
martedì 25 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Un testimone dell'incidente di Satnam: «Abbiamo chiesto a Lovato di chiamare i soccorsi, ma lui diceva che era morto»
Un testimone dell'incidente di Satnam: «Abbiamo chiesto a Lovato di chiamare i soccorsi, ma lui diceva che era morto»

Cronaca martedì 23 ottobre 2018 ore 14:05

Scoperte due banche abusive in pieno centro

In due anni gli sportelli illegali hanno inviato in Marocco più di cinque milioni di euro. Sette arresti, 23 indagati in molte località toscane



FIRENZE — In due anni hanno movimentato fra l'Italia e il Marocco più di cinque milioni di euro le due banche abusive scoperte dalle Fiamme Gialle, con sportelli illegali attivi in alcuni negozi del centro storico del capoluogo, in una macelleria e in due agenzie di viaggio.

L'inchiesta è culminata con sette arresti, cinque in carcere e due ai domiciliari, e l'obbligo per cinque individui di presentarsi alla polizia giudiziaria. Complessivamente però le persone coinvolte sono 23, per lo più di nazionalità marocchina, e abitano a Firenze, Fucecchio, Figline Valdarno, Sesto Fiorentino, Signa, San Casciano Val di Pesa, Massarosa Massa e Desenzano sul Garda, in provincia di Brescia. 

Secondo la ricostruzione degli inquirenti, intorno alle due banche agivano due gruppi criminali, organizzati per esercitare abusivamente l'attività finanziaria e per riciclare denaro trattenendo una commissione del 20 per cento per ogni operazione.  

I soldi, spesso provento di attività illecite, venivano trasferiti in Marocco eludendo i tradizionali canali del sistema bancario: bastava inviare via Whastapp la foto di un'attestazione della somma di denaro che doveva essere consegnata in Marocco e gli operatori degli sportelli abusivi aperti nel paese nordafricano provvedevano a consegnare i soldi al destinatario. Le due banche erogavano anche prestiti fino a 150mila euro.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Attesa un'altra giornata di maltempo. Si estende il codice giallo emesso dalla sala operativa della protezione civile. Le aree interessate
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità