Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:15 METEO:MASSA CARRARA23°28°  QuiNews.net
Qui News massacarrara, Cronaca, Sport, Notizie Locali massacarrara
sabato 13 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Campi Flegrei, le immagini dei satelliti mostrano la «possibile» causa dei terremoti
Campi Flegrei, le immagini dei satelliti mostrano la «possibile» causa dei terremoti

Attualità giovedì 20 aprile 2023 ore 17:02

Allarme alcol tra gli adolescenti toscani

giovani bevono

Il fenomeno si chiama binge drinking e desta la preoccupazione degli specialisti per la diffusione che sta avendo tra ragazzi e ragazze



TOSCANA — Sono circa un terzo (33,4%) gli adolescenti toscani che riferiscono di avere avuto nell'ultimo mese almeno un episodio di binge drinking, il bere smodato, serrato e compulsivo di alcolici: il dato è rilevato dall'Agenzia regionale di sanità e desta la preoccupazione degli esperti. A diffonderlo è il direttore dell'area dipendenze della Asl Nord Ovest Maurizio Varese, che illustra i contorni del fenomeno che prende piede tra ragazzi e ragazze in Toscana.

Sì perché nel territorio della Asl Nord Ovest il comportamento mostra un'incidenza più elevata rispetto alla media regionale: si parla del 34,2%, con punte di oltre il 40% a Lucca, in Garfagnana, nella zona delle Apuane, nell’Alta Val di Cecina e in Valdera”.

"Nel 2022 gli utenti alcoldipendenti in carico ai 12 SerD Asl sono stati 2.020 - afferma Varese - il 22,5% del totale. Circa l'80% sono maschi e il 20% femmine. Hanno dai 14 agli 80 anni, per un'età media di 50. Naturalmente nei ragazzi molto giovani preferiamo parlare di disturbi alcol correlati, piuttosto che di vera e propria dipendenza da alcol. Tuttavia il fenomeno sta assumendo dimensioni rilevanti”.

Ma cos'è il binge drinking? E' un'autentica abbuffata di alcol: "Bere in maniera compulsiva, bicchiere dopo bicchiere, per raggiungere il più in fretta possibile l’ebbrezza. Si parla di binge drinking - spiega l'esperto - quando si assumono 5 o più unità alcoliche nel giro di 4-5 ore. Per le donne la soglia è 4 unità. Una unità alcolica corrisponde a 12 grammi di etanolo, ovvero alla quantità di alcol contenuto in una lattina di birra da 333 millilitri, a un bicchiere di vino da 125 millilitri, a un aperitivo da 80 millilitri o a un bicchierino di superalcolico da 40 millilitri. E’ evidente che all’ebbrezza subentra l'ubriacatura o, peggio ancora, l’intossicazione”.

La modalità è rischiosa specialmente per gli adolescenti, poiché non hanno ancora del tutto sviluppato i sistemi di metabolizzazione dell'alcol: "In pratica, a parità di alcol assunto hanno rispetto agli adulti tassi di alcolemia molto più elevati, con effetti che deprimono le funzionalità cerebrali e che si ripercuotono sul comportamento. Spesso capita che finiscano in stato soporoso o in coma etilico al pronto soccorso”.

Le ragazze ancor di più, per ragioni metaboliche e ormonali: "In genere le donne si avvicinano più tardi all'abuso alcolico rispetto agli uomini, ma sviluppano dipendenza più velocemente". 

C'è poi il problema del mix con le droghe, altro comportamento rischioso e diffuso: “Purtroppo il consumo di alcol è sempre più associato ad altre droghe, in modo particolare alla cocaina. Il mix di alcol e cocaina forma nell’organismo una sostanza altamente neurotossica ed epatotossica: il cocaetilene, che danneggia il sistema nervoso e il fegato”. Le porte dei SerD sono aperte. Lì c'è personale specializzato pronto a tendere una mano.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'ordinanza firmata dal presidente della Regione Eugenio Giani vieta il lavoro nei campi e sotto il sole, nelle ore più calde dei giorni a rischio
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità