Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:MASSA CARRARA18°21°  QuiNews.net
Qui News massacarrara, Cronaca, Sport, Notizie Locali massacarrara
domenica 23 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Il video del matrimonio di Diletta Leotta: l'arrivo all'altare e il bacio con Loris Karius
Il video del matrimonio di Diletta Leotta: l'arrivo all'altare e il bacio con Loris Karius

Cronaca mercoledì 16 maggio 2018 ore 17:19

La donna con quattro identità, tutte false

Una di queste diceva che la giovane era di Carrara. Operazione della polizia dopo l'imbeccata della banca, i cui funzionari si erano insospettiti



MESTRE — Lunedì sera il direttore di una banca di Mestre si è rivolto alla polizia per fare controllare una donna che si era appena presentata in banca per aprire un conto.

La donna aveva presentato documenti che la identificavano come una della Repubblica Ceca, residente a Carrara.

La procedura in banca si sarebbe conclusa martedì, così quando la donna è ritornata nell'istituto c'erano dei poliziotti che l'aspettavano fuori e che l'hanno seguita in incognito fino all'auto. Poco dopo l'hanno controllata e la donna ha fornito documenti rumeni, sia per la carta d'identità che per la patente. 

Documenti differenti rispetto a quelli presentati in banca.

La polizia ha accertato che la donna aveva con sé ben due carte d'identità italiane con generalità differenti, due della Repubblica Ceca con le due identità uguali a quelle italiane, oltre a due tessere sanitarie. Sei documenti, stessa foto. 

Nel bungalow del campeggio dove la donna aveva trascorso la notte con un uomo di cittadinanza rumena sono stati trovati documenti che attestavano l'apertura di altri conti, una carta di debito e delle buste paga. Questi documenti erano intestati alle due generalità dell'ipotetica donna della Repubblica Ceca.

Le verifiche hanno accertato che le identità italiane e quelle ceche sono false, mentre la donna in realtà è una 24enne rumena di Bucarest. La donna è stata arrestata per possesso di documenti falsi e tentata truffa.

La giovane è stata trattenuta in camera di sicurezza, il complice è stato denunciato a piede libero. Patteggiata la pena, la donna è stata condannata a un anno e quattro mesi, con pena sospesa. 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Ecco l'elenco dei prezzi del carburante in provincia di Massa-Carrara. Comune per comune gli impianti più economici dove fare rifornimento.
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Blue Lama

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità