Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:51 METEO:MASSA CARRARA14°19°  QuiNews.net
Qui News massacarrara, Cronaca, Sport, Notizie Locali massacarrara
lunedì 18 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Elezioni comunali, il Pd ha vinto ma la battaglia per le Politiche sarà diversa

Attualità venerdì 21 maggio 2021 ore 13:58

Il logo degli studenti contro le ludopatie

Il gruppo che ha realizzato il logo
Il gruppo che ha realizzato il logo

Prima in creta e poi nel marmo, i ragazzi si sono espressi per creare e realizzare le targhe 'no slot' in un progetto portato avanti con la Asl



CARRARA — Studenti uniti contro la ludopatia: è stato il senso del progetto NoSlot che adesso ha come esito la realizzazione delle targhe a tema da parte degli allievi del liceo artistico Artemisia Gentileschi, Istituto del marmo Pietro Tacca e Scuola secondaria di primo grado Leopardi. Il logo è stato pensato dai ragazzi nell'ambito del percorso di sensibilizzazione sugli effetti del gioco d’azzardo realizzato in sinergia tra Comune di Carrara, Serd e istituti scolastici.

Ieri, nei locali affidati all’istituto Tacca attraverso il progetto Carrara Si-Cura, alla presenza dell’assessore alla cultura Federica Forti, della presidente della commissione sociale del comune di Carrara nonché promotrice dell’iniziativa Tiziana Guerra e della vicepresidente Daria Raffo è stato presentato il percorso sulla ludopatia, avviato con la conferenza tenuta dal dottor Maurizio Varese del Serd di Usl Toscana Nord Ovest.

Partendo da quest’incontro, i ragazzi del liceo artistico Gentileschi hanno inserito nel percorso di educazione alla pari (peer education) le informazioni acquisite, rielaborandole e trasferendole agli studenti della scuola media Leopardi durante le ore di 'lezione' che hanno organizzato e gestito come veri e propri docenti. Assieme a loro hanno poi disegnato i bozzetti dei loghi di riconoscimento delle attività senza slot machine, appunto No Slot: i bozzetti sono stati riprodotti in creta, colorati e poi consegnati agli studenti del Tacca che li hanno scolpiti nel marmo.

I ragazzi, in questa fase del progetto, potranno ora suggerire i locali ai quali consegnare le targhe realizzate per concludere sempre assieme a loro questo percorso. “Sono veramente soddisfatta di vedere convergere più energie: le scuole che lavorando insieme - afferma Forti - mettendo in dialogo la creatività degli allievi delle classi della Leopardi con quelle del Liceo Artistico e della Scuola del Marmo, il lavoro all’idea e alla progettazione di consigliera e professori, il progetto Carrara Si-Cura. Tutti insieme".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Da 72 ore la provincia mantiene la media di 10 casi di Coronavirus rilevati ogni 24 ore di tracciamento. Ecco in dettaglio i dati aggiornati
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

CORONAVIRUS