Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:05 METEO:MASSA CARRARA10°17°  QuiNews.net
Qui News massacarrara, Cronaca, Sport, Notizie Locali massacarrara
venerdì 26 febbraio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Funerali di Stato per Attanasio e Iacovacci: la moglie dell'ambasciatore in prima fila con le figlie

Attualità martedì 17 novembre 2020 ore 16:59

"Chiusa in casa per 20 giorni ed era negativa"

Il caso segnalato da Adoc Alta Toscana: "I tamponi dai privati non vengono registrati, salta il tracciamento. Prenotazioni online impossibili"



MASSA CARRARA — A segnalare i disservizi per quanto riguarda i tamponi e la pioggia di richieste di aiuto che arrivano dai cittadini dell'area nord della Toscana è l'Adoc che racconta anche di un caso estremo accaduto nella provincia di Massa Carrara. 

"Una ragazza - raccontano Mauro Bartolini e Valentina Sparavelli dell'Adoc- ha chiamato i nostri uffici per sapere cosa fare perché ha dovuto aspettare il risultato del tampone per quasi tre settimane. Al ventesimo giorno è arrivata la risposta che era negativa. Nel frattempo avrebbe potuto positivizzarsi per qualsiasi altro motivo. Senza contare la perdita di giornate di lavoro, che sappiamo bene quanto e come incide sui liberi professionisti che non hanno trattamenti di favore o agevolazioni statali, e tutto il resto che comporta un isolamento forzato che alla fine è stato del tutto inutile”.

"Ci sono persone che alla fine sono state costrette a rivolgersi ai privati per avere una risposta. Tampone positivo ma nonostante ormai sia acclarato da oltre una settimana l’Asl non dà segni di vita – proseguono Bartolini e Sparavelli -. E’ chiaro che così salta tutto il sistema, compreso il tracciamento degli eventuali contatti. E anche l’app Immuni diventa del tutto inutile. Sono tantissime le denunce che continuano ad arrivare ai nostri sportelli”. 

Sempre secondo la denuncia dell'Adoc sulla gestione di tamponi e tracciamento "è praticamente impossibile riuscire a connettersi e a trovare date disponibili per i tamponi. Ormai sembra diventato il click day del tampone: bisogna connettersi a mezzanotte precisa e cercare di essere i più veloci di tutti". 

"Una follia e siamo arrivati al punto che la quarantena finisce prima della data disponibile per il tampone. Infine c’è il problema pure dei laboratori privati: ci arrivano diverse segnalazioni di privati che ormai propongono prezzi alle stelle cercando di approfittare del momento. La Regione Toscana e le forze dell’ordine dovrebbero verificare con attenzione nei vari centri", concludono da Adoc.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità