Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 13:14 METEO:MASSA CARRARA20°27°  QuiNews.net
Qui News massacarrara, Cronaca, Sport, Notizie Locali massacarrara
martedì 22 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Autocisterna a fuoco sulla A1, autostrada chiusa e coda di 10 chilometri

Attualità mercoledì 28 settembre 2016 ore 13:25

La Bolkestein e gli Ambulanti

Questo il titolo del convegno organizzato da ANVA Confesercenti che ha preso vita presso la sala consiliare del Comune di Massa



MASSA —  Presenti al gran completo le Amministrazioni Comunali della Provincia, in particolare i dirigenti e i funzionari degli uffici SUAP e, soprattutto, numerosi operatori ambulanti. Dopo il saluto del Presidente Provinciale Anva Pierpaolo Pucci, il Coordinatore Regionale Confesercenti Area Commercio Gianluca Naldoni ha svolto la sua relazione. Naldoni ha illustrato le linee applicative dell’intesa Stato-Regioni, le procedure di assegnazione dei posteggi e le prossime scadenze. I partecipanti, sia delle amministrazioni comunali che degli operatori, hanno posto numerose domande e sono intervenuti al dibattito in modo incessante.

“La priorità attuale – ha sostenuto il Presidente Pucci – è quella di fare chiarezza e di assistere gli operatori ambulanti affinchè presentino in maniera corretta le loro domande di partecipazione ai bandi di prossima emanazione per la riassegnazione dei posteggi, salvaguardando in questo modo il loro posto di lavoro. E’ bene tenere presente che scaduto il termine stabilito dall’intesa, per la gran parte dei posteggi coincidente con il 2017, le concessioni saranno cancellate.

“Mi preme evidenziare – prosegue Pucci - che Anva Confesercenti non si è mai fermata e non è assolutamente vero che non sta facendo nulla. Anva ha svolto la sua battaglia contro la Bolkestein fin dal 2009, prima che avvenisse il recepimento da parte dal governo italiano e che sono stati utilizzati tutti gli strumenti possibili per escludere gli ambulanti dalla normativa. Purtroppo la norma Europea non ha consentito un tale risultato. Adesso proseguiremo il lavoro nei Comuni per un’applicazione omogenea della normativa sul territorio, salvaguardando in maniera equa e senza discriminazioni il lavoro di numerose famiglie e imprese. Raggiunto questo obiettivo continueremo comunque, a livello nazionale e regionale, a verificare la reale possibilità di escludere la categoria da tale normativa senza però mettere in discussione i risultati ottenuti.”

“Il commercio ambulante merita una forte attenzione in questa fase delicata di transizione verso la nuova normativa – ha dichiarato Adriano Rapaioli, responsabile della Confesercenti di Massa Carrara – perché è un settore economico di notevole rilevanza e rappresenta in provincia oltre il 10% del fatturato del settore commerciale, circa mille e quattrocento  imprese con oltre 3.000 addetti. La professionalità e la continuità aziendale di questi operatori e delle loro famiglie vanno valorizzate sia per il loro significato economico, sia soprattutto per il servizio diffuso ai consumatori che garantiscono da sempre nelle piazze delle nostre città e sull’intero territorio provinciale. Rivolgiamo infine un sincero ringraziamento – conclude Rapaioli - all’amministrazione comunale di Massa, in particolar modo al Sindaco Alessandro Volpi e all’Assessore Gabriele Carioli, per l’ospitalità concessaci ma soprattutto per la preziosa collaborazione che è valsa a garantire il successo dell’iniziativa.”

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Per anni ha svolto la sua professione nei presidi distrettuali di Avenza e Marina di Carrara. Il cordoglio dell'Asl nord ovest
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Salvatore Calleri

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità