Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:30 METEO:MASSA CARRARA23°29°  QuiNews.net
Qui News massacarrara, Cronaca, Sport, Notizie Locali massacarrara
venerdì 12 agosto 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Quando Calenda diceva: «Non farò politica con Renzi, l'ho detto 6 mila volte. Mi fa orrore»

Attualità sabato 09 gennaio 2021 ore 13:22

Contro l'erosione arriva la task force regionale

Ad annunciare la creazione dell'organismo è stata l'assessore all'ambiente Monni, stamani in sopralluogo nei punti critici del litorlae



MASSA — Un monitoraggio costante della situazione per programmare gli interventi da effettuare nei punti del litorale che presentano le maggiori criticità: ecco lo scopo della task force permanente dedicata all’erosione della costa massese che la Regione intende creare coinvolgendo tutti gli attori del territorio. 

Ad annunciarne l'istituzione è l’assessora all’ambiente Monia Monni, stamani in sopralluogo a Poveromo, Ronchi e Partaccia insieme al presidente della prima Commissione Giacomo Bugliani, all’ingegner Gennaro Costabile della Regione Toscana, al presidente Fibaconfesercenti Stefano Gazzoli e al presidente della Provincia Gianni Lorenzetti che auspica continuità nel "fondo per la difesa del suolo messo a disposizione fino ad oggi dalla Regione”.

Monni annuncia di voler lavorare in contatto coi balneari: “Abbiamo verificato che la situazione si è aggravata, a seguito dell’ultima mareggiata che ha interessato questa parte di litorale a cavallo tra fine e inizio anno. La task force permanente, voluta anche dal presidente Giani, avrà il compito di stilare un piano di lavori che abbia una funzione strutturale e non emergenziale".

L’assessora ha ricordato che “nella zona del Poveromo abbiamo finanziato i lavori di ripascimento sulla spiaggia a sud del fosso con 2,35 milioni di euro per il dragaggio di 100 mila metri cubi di sabbia dal porto di Viareggio e il trasporto via mare fino a qui". 

Inoltre, per rinforzare il ripascimento, su parte del litorale saranno versati 4000 metri cubi di ghiaia proveniente dalle cave che si trovano in area massese. Su altri tratti critici del litorale massese, ha ricordato ancora Monni, sono in corso due diversi progetti che riguardano la zona a sud della foce del Frigido e la zona dei Ronchi, per i quali sono stati messi a disposizione altri 560mila euro. L’obiettivo è sistemare e manutenere la spiaggia in vista della prossima stagione turistica.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Sul territorio provinciale non si sono registrati ulteriori decessi riconducibili al virus. Tutti gli aggiornamenti sull'andamento della pandemia
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca