Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:12 METEO:MASSA CARRARA14°  QuiNews.net
Qui News massacarrara, Cronaca, Sport, Notizie Locali massacarrara
sabato 06 marzo 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Orietta Berti: «Ho sentito tanti stonare, credono che cantare sia facile»

Attualità sabato 02 gennaio 2021 ore 18:32

Idrovore a pieno regime con la pioggia incessante

L'impianto di Brugiano
L'impianto di Brugiano

Fossa Maestra e Brugiano sempre accesi, scolmano 6000 litri al secondo ciascuno a vantaggio delle Marine e anche dell'ospedale Noa



MASSA — La pioggia caduta incessantemente dal 31 dicembre nelle aree di Massa e Carrara non ha provocato danni alla rete dei canali che ha retto l’ondata di piena. Il monitoraggio continuo sul territorio è stato assicurato dalle squadre operative del consorzio di bonifica 1 Toscana Nord, che hanno perlustrato costantemente i collettori principali e secondari, pronte ad intervenire in caso di ostruzioni. Lavoro intenso anche per i principali impianti idrovori della zona: il Fossa Maestra a Carrara e il Brugiano a Massa.

Entrambi gli impianti, situati in prossimità delle spiagge, ancora una volta si sono rivelati fondamentali per far defluire le acque piovute nelle zone interne. Ciascuna delle idrovore scolma circa 6000 litri al secondo e con la loro potenza riescono a contrastare la forza del mare in burrasca che oppone resistenza al defluire dei fiumi.

Gli impianti drenano quindi i bacini alle loro spalle, zone densamente abitate quali Marina di Carrara e Marina di Massa. Il Brugiano, in particolare, ha anche la funzione di alleggerire i terreni intrisi di acqua dell’area occupata dal Noa, l’ospedale apuano. Un impianto dunque - sempre gestito dal consorzio - che riveste una notevole importanza anche per questa ragione.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità