Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:30 METEO:MASSA CARRARA17°21°  QuiNews.net
Qui News massacarrara, Cronaca, Sport, Notizie Locali massacarrara
giovedì 13 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Rocco Hunt fa visita agli Azzurri in Germania per Euro 2024 e canta nello spogliatoio:

Attualità lunedì 09 novembre 2015 ore 19:20

Lavoratori delle Prefetture in piazza

L'11 dicembre i lavoratori in piazza contro le 23 chiusure annunciate. Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Pa, "incertezza per 1300 lavoratori"



ROMA — L'11 dicembre i lavoratori degli uffici territoriali del governo saranno in piazza, davanti al Ministero dell'Interno dalle ore 11 alle 14, "per impedire la cancellazione dei presidi di legalità e sicurezza che colpirebbe i territori di Teramo, Chieti, Vibo Valentia, Benevento, Piacenza, Pordenone, Rieti, Savona, Sondrio, Lecco, Cremona, Lodi, Fermo, Isernia, Verbano-Cusio-Ossola, Biella, Oristano, Enna, Massa-Carrara, Prato, Rovigo, Asti e Belluno".

Dopo l'assemblea nazionale del 30 ottobre scorso, che insieme ai delegati delle sedi a rischio ha visto la partecipazione di esponenti delle istituzioni e della politica locale, le federazioni del pubblico impiego di Cgil Cisl e Uil torneranno a far sentire la loro voce: "Chiediamo il ritiro immediato dello schema di decreto che prevede la soppressione delle 23 Prefetture.

L'11 dicembre metteremo in atto una grande iniziativa per impedire l'arretramento dello Stato dal territorio e per tutelare i lavoratori degli uffici territoriali del governo". I sindacati rimarcano la preoccupazione "per i 1.300 lavoratori che restano nella completa incertezza sul loro futuro e sul futuro delle loro professionalità". 

Ma soprattutto l'allarme per i cittadini e le comunità locali: "nel momento di massima emergenza rispetto a flussi migratori e prevenzione delle calamità si pensa di ridurre la presenza dello Stato e di lasciare sguarniti interi territori. Senza parlare delle attività di contrasto a reati mafiosi, usura, estorsione, ecomafia e terrorismo che subirebbero un duro colpo". "Noi vogliamo una riorganizzazione vera dei servizi per la legalità, la sicurezza, l'integrazione e la coesione sociale". concludono Fp-Cgil Cisl-Fp e Uil-Pa. "Questo provvedimento è inaccettabile. Non ci fermeremo fin quando il Governo non farà marcia indietro". 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'incidente è avvenuto al confine fra Toscana e Liguria. La vittima è uno dei conducenti dei mezzi coinvolti. Tratto autostradale chiuso verso Livorno
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità