Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:56 METEO:MASSA CARRARA12°  QuiNews.net
Qui News massacarrara, Cronaca, Sport, Notizie Locali massacarrara
mercoledì 01 febbraio 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
Caso Cospito, in Senato scoppia la bagarre per le parole di Balboni (FdI). Il Pd lascia l'aula per protesta

Attualità giovedì 17 novembre 2022 ore 12:00

Economia circolare, raccolta e recupero in Toscana

Convegno e confronto tra pratiche di raccolta e recupero di rifiuti nelle varie zone della Toscana, dal porta a porta a soluzioni di nuova generazione



FIRENZE — Si è tenuto questa mattina a Palazzo Strozzi Sacrati a Firenze il convegno “Economia circolare e nuove pratiche per la raccolta ed il recupero”, organizzato dalla Cgil Toscana.

Un confronto tra esperienze diverse e buone pratiche portate avanti nelle varie realtà toscane rappresentate al tavolo dei relatori, presieduto dal responsabile del Dipartimento ambiente e territorio della Cgil Toscana Simone Porzio, erano presenti anche Matteo Biffoni presidente di Anci Toscana, Maurizio Brotini segretario CGIL Toscana, Nicola Ciolini presidente di Alia, Alessandro Fabbrini presidente di SEI Toscana, Fausto Ferruzza, presidente di Legambiente Toscana, Daniele Fortini presidente di Reti Ambiente Toscana, Alberto Irace amministratore delegato Alia, Simonetta Poggiali, segretaria della Funzione Pubblica Cgil Toscana.

L’assessora regionale all’ambiente Monia Monni ha detto “Entro la fine dell’anno consegnerò il nuovo Piano dell’economia circolare al Consiglio regionale. Ci siamo dati obiettivi importanti: aumentare la qualità e la quantità della raccolta differenziata, introdurre l’obiettivo del 65% di riciclo e superare le discariche attraverso la realizzazione di impianti efficienti di riciclo e recupero. Questi elementi sono strettamente connessi tra loro, perché la raccolta differenziata è il mezzo più efficace per arrivare al raggiungimento dello scopo finale: estrarre valore dai rifiuti e far ritornare questo valore in circolo. Ricordiamoci però che è un mezzo, non un fine. I nostri obiettivi sono raggiungibili, ma ce la faremo solo se sapremo liberarci da gabbie ideologiche e pregiudizi per trovare le giuste soluzioni”. 

L’assessora ha toccato anche il tema del porta a porta “Il porta a porta si sta rivelando efficace ma siamo consapevoli che ha un peso molto forte, sia dal punto di vista economico, che sulle spalle e sulle braccia dei lavoratori. Anche in questo senso dobbiamo superare le ideologie e valutare tutto: efficacia degli strumenti, economicità processi, rispetto diritti lavoratori, giustizia tra i generi nello svolgimento delle stesse funzioni”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Chiuse le iscrizioni online alle superiori per l'anno scolastico 2023-2024, ecco gli indirizzi di studio più scelti dagli studenti della Toscana
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Edit Permay

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità