comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
MASSA CARRARA
Oggi 20°27° 
Domani 24°29° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News massacarrara, Cronaca, Sport, Notizie Locali massacarrara
mercoledì 05 agosto 2020
corriere tv
Passo dello Stelvio: 30 centimetri di neve a inizio agosto

Attualità domenica 08 dicembre 2019 ore 13:46

Orfane di femminicidio, si muove Mattarella

Sergio Mattarella

Il Capo dello Stato ha chiamato la ministra del lavoro Catalfo per parlare delle due ragazzine a cui l'Inps ha chiesto 124mila euro. Lo zio:"Commossi"



ROMA — Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella non è rimasto insensibile alla richiesta della famiglia delle due ragazzine che si sono viste richiedere 124mila euro dall'Inps. Entrambe rimasero orfane dopo che il padre, Marco Lojola, uccise la ex moglie e madre delle due bambine Cristina Biagi. L'uomo, si suicidò dopo aver colpito anche un altro uomo, ritenuto, a quanto pare, il nuovo compagno della donna. 

La somma richiesta alle ragazzine, che oggi hanno 12 e 14 anni, è il risarcimento per le gravi ferite riportate da quest'ultimo: si tratta della cifra spesa per l'indennità di malattia e per l'assegno di invalidità erogato all'uomo sopravvissuto alla vicenda. 

Ora il presidente della Repubblica ha telefonato alla ministra del lavoro Nunzia Catalfo per segnalare il caso. 

L'istituto ha precisato che la richiesta di risarcimento è "una somma dovuta" ma che il caso è seguito da vicino e che, in ogni caso, non è stata intrapresa alcuna azione legale. 

Lo zio delle due ragazzine, Alessio Biagi, è subito intervenuto a commento della notizia: "Il fatto che il presidente della Repubblica si sia interessato alle mie nipoti mi rassicura finalmente su un una vicenda che non ci ha fatto dormire a lungo". E ancora: "Per noi Mattarella è un faro e ci commuove apprendere che una figura del suo spessore abbia deciso di aiutarci". 

Sulla vicenda si è pronunciata su Facebook anche la ministra dell'agricoltura Teresa Bellanova che ha fatto "appello al presidente dell'Inps, Pasquale Tridico". "Come Stato abbiamo il dovere di proteggere le vittime di femminicidio, non di vessarle".



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità