Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:56 METEO:MASSA CARRARA13°  QuiNews.net
Qui News massacarrara, Cronaca, Sport, Notizie Locali massacarrara
giovedì 02 febbraio 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
Caso Cospito, in Senato scoppia la bagarre per le parole di Balboni (FdI). Il Pd lascia l'aula per protesta

Attualità giovedì 30 giugno 2022 ore 12:16

Non solo siccità, insetto alieno insidia i raccolti

ciliegio danneggiate
Foto d'archivio

E' la cimice asiatica, e divora frutta e verdura generando un'autentica emergenza contro cui gli agricoltori preparano la lotta biologica



TOSCANA — Non bastava la siccità. Ad insidiare i raccolti frutta e verdura in Toscana ci si mette anche l'insetto alieno, contro cui gli agricoltori sono pronti a ingaggiare la lotta biologica. L'infestante in questione è la cimice asiatica. Per arginare la sua diffusione epidemica saranno sguinzagliate schiere di vespa samurai, insetto antagonista.

Ormai, spiega Coldiretti Toscana, "manca solo il via libera formale del Ministero delle politiche agricole e del Ministero della salute per poter avviare la prima campagna di lotta naturale". L'associazione degli agricoltori fa il punto dopo la comunicazione del parere favorevole del Sistema nazionale protezione dell’ambiente al lancio del Trissolcus Japonicus per 3 annualità. 

In Toscana le aree interessate da un livello di presenza di cimice asiatica che si configura come una vera e propria emergenza sono la provincia di Arezzo e la provincia di Lucca. Fondamentale, per l’avvio della campagna, l’attività messa in campo dal Servizio Fitosanitario Regionale che segnala, al di là delle situazioni emergenziali sopra descritte, catture anche a Firenze, Prato, Pistoia e Massa Carrara.

L’inizio della diffusione di centinaia di esemplari della minuscola vespa antagonista della cimice è previsto nel mese di Luglio, con un primo lancio seguito a distanza di 20 giorni da un successivo con l’obiettivo di fermare l’invasione della cimice asiatica che attacca i frutteti provocando danni ai raccolti.

“La cimice marmorata asiatica arriva dalla Cina ed è particolarmente pericolosa per l’agricoltura - sottolinea Coldiretti Toscana - perché prolifica con il deposito delle uova almeno due volte all`anno con 300-400 esemplari alla volta che con le punture rovinano i frutti rendendoli inutilizzabili e compromettendo seriamente parte del raccolto. Una vera emergenza per il nostro sistema produttivo perché capace di colpire centinaia di specie coltivate e spontanee”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Chiuse le iscrizioni online alle superiori per l'anno scolastico 2023-2024, ecco gli indirizzi di studio più scelti dagli studenti della Toscana
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Edit Permay

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità