comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
MASSA CARRARA
Oggi 23°29° 
Domani 22°28° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News massacarrara, Cronaca, Sport, Notizie Locali massacarrara
lunedì 06 luglio 2020
corriere tv
Milano, Salvini: «Entro settembre nome candidato sindaco»

Attualità domenica 02 ottobre 2016 ore 09:57

Una storia che ha dell’incredibile

Mancanza di disponibilità, incomprensione e ostacoli burocratici impediscono a una bambina di andare a scuola



CARRARA — Non bastavano le difficoltà che la piccola aveva dovuto affrontare negli istituti in cui ha vissuto fino all’affidamento a una famiglia residente a Carrara che le sta dando tutto l’affetto di cui ha bisogno, c’era in agguato un nuovo problema. La bambina di nove anni si stava pian piano adattando al nuovo nucleo familiare e, come sostengono i genitori, la situazione migliorava di giorno in giorno, grazie anche all’aiuto dei servizi sociali, fino al momento dell’iscrizione a scuola. Lo psicologo aveva suggerito ai genitori di optare per una scuola a tempo normale che permettesse alla bimba di trascorrere più tempo a casa. Per questo la preferenza era caduta sulla scuola primaria più vicina, ma essendo la classe che avrebbe dovuto frequentare la piccola già al completo era stata scelta un’altra scuola, dove la bimba ha trascorso un anno scolastico sereno, riuscendo ad ambientarsi molto bene e a ottenere ottimi risultati. Ma il papà cambia orari di lavoro e non ha più la possibilità di accompagnare la figlia a scuola e la mamma non ha un mezzo. Certo non hanno intenzione di cambiare scuola alla bambina quindi chiedono il servizio pulmino che però non raggiunge la zona di residenza della famiglia e per modificare l’itinerario perderebbe 10 minuti. Ogni proposta della coppia è respinta, ma gli uffici comunali offrono due opportunità: utilizzare il mezzo per disabili o l’autobus.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità