QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
MASSA CARRARA
Oggi 13°14° 
Domani 13°15° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News massacarrara, Cronaca, Sport, Notizie Locali massacarrara
martedì 19 novembre 2019

Attualità giovedì 14 maggio 2015 ore 18:23

Capre e olivi, aziende apuane e buone pratiche

Agricoltura: 100 aziende toscane nel repertorio delle “buone pratiche” realizzate con il Programma di Sviluppo Rurale. Tra le quali 9 della provincia



FIRENZE — Sono 100 aziende,  distribuite in tutto il territorio della Toscana, e rappresentano una selezione delle migliori "buone pratiche" in agricoltura e nel settore agroalimentare che sono state realizzate grazie ai fondi del Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013.

In provincia di Massa e Carrara si può leggere, sempre ad esempio, un'altra storia, quella di una giovane veterinaria che ha scelto di allevare le capre, capre "camosciate", conosciute anche come capre "Garfagnine" o "Apuane" , una razza autoctona che aveva rischiato di estinguersi, a Nazzano nel comune di Carrara. 

Sempre in Lunigiana, a Pontremoli, si trova l'azienda di un'altra giovane donna, che viene dalla Lombardia ed ha una laurea in Comunicazione e Informazione, ma ha scelto di coltivare gli olivi ricavandone un prodotto di altissima qualità.

Ecco le aziende selezionate: Borgo Antico, Azienda Agricola I Trei Fantoti, Azienda Agricola Il Caprile, Azienda Agricola Terenzuola, Cantine Bertazzoli, Società Agricola Aleste, Il Montale, Azienda Agricola Pappini Andrea, Azienda Agricola Ferrari Francesca.

Non mancano le aziende che fanno agriturismo, quelle che lavorano i salumi, le cantine, comprese le cantine sociali. Le aziende che sono entrate in questo repertorio di "buone pratiche" sono state scelte in base a una serie di criteri: la complessità progettuale, l'età del benefici ario, la territorialità, l'innovazione, la sicurezza sul posto di lavoro, l'aumento della mano d'opera e l'iter amministrativo che hanno seguito. 

Le aziende sono così suddivise sul territorio: 15 si trovano in provincia di Arezzo, 16 in provincia di Firenze, 9 in quella di Massa Carrara, 17 in provincia di Grosseto, 4 in provincia di Pisa, 9 in provincia di Pistoia, 2 in provincia di Prato, 6 in provincia di Livorno, 13 in provincia di Lucca e 9 in provincia di Siena. 

Si possono scoprire, una per una, e con esse si scopre sempre un pezzo di Toscana, ricco di storia e di cultura, di paesaggi mozzafiato, ma anche di tantissimo impegno, fatica, creatività e determinazione: la storia dei protagonisti e delle protagoniste dell'agricoltura Toscana.



Tag

Caso Cucchi, Gabrielli: «Chi ha offeso dovrebbe chiedere scusa»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità