Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:52 METEO:MASSA CARRARA12°20°  QuiNews.net
Qui News massacarrara, Cronaca, Sport, Notizie Locali massacarrara
mercoledì 27 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Il centro di Catania scomparso sotto la forza dell'acqua

Cronaca martedì 28 settembre 2021 ore 16:10

Operai sul ponteggio senza misure anticaduta

carabinieri in un cantiere

I carabinieri hanno aumentato i controlli sui cantieri edili rilevando violazioni sulla sicurezza. Finora due denunciati e 33mila euro di sanzioni



CARRARA — Carabinieri a caccia di irregolarità nei cantieri edili per garantire la sicurezza per chi lavora: è l'attività intensificata negli ultimi giorni da parte dei carabinieri di Carrara insieme ai colleghi del nucleo ispettorato del lavoro e del gruppo carabinieri forestali di Massa. I risultati non si sono fatti attendere, con un bilancio di due denunciati e un totale di sanzioni superiore ai 33mila euro.

In uno dei cantieri, operativo nella ristrutturazione di un fabbricato residenziale, gli operai al lavoro in quota erano privi delle precauzioni dovute contro il rischio caduta dal ponteggio. In più i militari hanno accertato che il titolare non ha rispettato l'obbligo di coordinare gli interventi per garantire nel cantiere lo svolgimento delle attività in sicurezza. Le violazioni contestate prevedono ammende per circa 10mila euro.

Una delle denunce è invece scattata a carico del titolare di una ditta edile che aveva allestito un cantiere di ristrutturazione in un'abitazione, violando però gli obblighi sullo stoccaggio dei materiali da utilizzare nel cantiere. Non solo, perché i carabinieri hanno accertato che il posto di manovra della betoniera posizionata sotto il raggio di azione di una gru non era stato riparato con una struttura di protezione obbligatoria per legge che deve tutelare il lavoratore dalla caduta di materiale dall’alto. 

Nello stesso cantiere è scattata poi una denuncia penale anche per un professionista che, in qualità di coordinatore in fase di esecuzione dei lavori, ha omesso di verificare l’idoneità del piano di sicurezza e coordinamento in relazione allo stato avanzato dei lavori. Le violazioni contestate prevedono ammende per una somma complessiva superiore ai 23mila euro.

E ora si prosegue, con le verifiche destinate ad andare avanti anche per quanto concerne l'applicazione dei protocolli anticontagio da Covid-19, il corretto utilizzo delle attrezzature di lavoro e l’effettiva e documentata formazione e informazione dei lavoratori.

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Nessun altro caso nel resto della provincia apuana. I dati aggiornati alle ultime ventiquattro ore dal report regionale
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Attualità

Cultura

Attualità