Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:34 METEO:MASSA CARRARA20°27°  QuiNews.net
Qui News massacarrara, Cronaca, Sport, Notizie Locali massacarrara
martedì 22 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Draghi: «Finale Europei Roma? Non in Paesi ad alto contagio»

Attualità venerdì 07 maggio 2021 ore 18:58

Covid all'asilo e alle elementari

asilo

Chiusa la scuola d'infanzia Marconi, mentre alla primaria Nardi una classe è in quarantena. Lo annuncia il sindaco Francesco De Pasquale



CARRARA — "In città abbiamo ancora due scuole alle prese con l’emergenza. E’ il caso della scuola dell’infanzia Marconi, dove siamo stati costretti a sospendere completamente l’attività educativa, e della scuola primaria Nardi dove abbiamo una classe in quarantena": a dare la notizia è il sindaco di Carrara Francesco De Pasquale nel consueto messaggio del venerdì col punto sull'emergenza pandemica sul territorio comunale, in cui esorta a non abbassare la guardia rispetto alle misure anti contagio.

"Oggi abbiamo 219 casi attivi, 20 in meno della scorsa settimana. Si tratta di 201 persone in isolamento domiciliare, 6 ricoverate e 12 in Rsa. Non abbiamo a disposizione il dato puntuale delle vaccinazioni. L’azienda sanitaria - spiega De Pasquale - ci ha fatto sapere che a Carrara il 27,2% della popolazione ha ricevuto almeno una dose e il 10,9% ha completato il percorso vaccinale. La buona notizia è che a partire da questo fine settimana il centro di vaccinazione di CarraraFiere riuscirà a somministrare 1.200 dosi al giorno che saliranno poi ulteriormente a 1.400". 

"Tra le persone che vengono vaccinate al polo fieristico - afferma il sindaco - ci sono tanti residenti della nostra provincia, o di quelle limitrofe che rientrano nell’Asl Nord Ovest ma anche numerosi turisti del vaccino che arrivano da più lontano. Penso che - scrive il sindaco - pur nella difficoltà della crisi pandemica questo sia un motivo di orgoglio per la nostra città. Molti ricorderanno Carrara come il luogo da cui è partito e si è concretizzato il loro percorso di immunizzazione, il posto dove per loro è iniziata la fine di quell’incubo chiamato Covid".

"L’accelerazione della campagna vaccinale e il trend pressoché stabile dei contagi devono spingerci a pensare in positivo e a essere fiduciosi nel futuro. Tutto questo - sottolinea il primo cittadino introducendo il passaggio sulle scuole - senza mai allentare troppo l’attenzione. Non è ancora il momento di rilassarci completamente. Il fatto che in città abbiamo ancora due scuole alle prese con l’emergenza deve essere un monito per tutti noi. E’ il caso della scuola dell’infanzia Marconi, dove siamo stati costretti a sospendere completamente l’attività educativa e della scuola primaria Nardi dove abbiamo una classe in quarantena".

E De Pasquale conclude: "Godiamoci la libertà che le norme ci concedono come zona gialla ma avendo sempre cura di indossare la mascherina, di lavarci spesso le mani e mantenere le distanze. La battaglia contro il coronavirus non è ancora finita".

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Per anni ha svolto la sua professione nei presidi distrettuali di Avenza e Marina di Carrara. Il cordoglio dell'Asl nord ovest
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Salvatore Calleri

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità