Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:09 METEO:MASSA CARRARA17°23°  QuiNews.net
Qui News massacarrara, Cronaca, Sport, Notizie Locali massacarrara
mercoledì 22 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Canarie, la lava continua ad avanzare a La Palma: ecco come distrugge una piscina

Cronaca giovedì 05 agosto 2021 ore 14:50

Ricattato con minacce per debiti di droga

carabinieri

Era finito in un giro di debiti con alcuni spacciatori che minacciavano di morte lui e la sua famiglia, così il cliente dei pusher ha chiesto aiuto



CARRARA — Era finito in un giro di debiti per droga, e gli spacciatori ormai da tempo lo perseguitavano con minacce di morte rivolte sia a lui che ai suoi familiari. Allora alla fine il cliente ha chiesto aiuto ai carabinieri, denunciando i fatti. L'indagine, coordinata dal pubblico ministero Rossella Soffio e condotta dai militari del Nucleo Operativo e Radiomobile e della Stazione Carabinieri di Marina di Carrara, è stata avviata lo scorso Giugno ed ha portato all'arresto di due uomini di 36 e 24 anni.

Secondo il racconto del cliente, i due pusher erano arrivati al punto di minacciare di morte sia lui che i familiari qualora non avesse consegnato le sue buste paga per ottenere un finanziamento di 26.000 euro, corrispondente al valore della droga che nel tempo aveva consumato con la promessa di pagarla un po’ alla volta.

Le attività investigative hanno consentito di documentare che i due spacciatori, entrambi noti alle forze dell’ordine, avevano venduto partite di cocaina e hashish a molti consumatori della zona, facendo credito agli acquirenti di fiducia fra cui il 30enne sotto minaccia. Per scalare il debito, quest'ultimo si era anche prestato a custodire ingenti quantitativi di droga per conto dei suoi fornitori. 

Con il trascorrere dei mesi, però, la situazione è precipitata e sono iniziate le minacce, sia di persona che per telefono, con frasi gravemente intimidatorie in cui si minacciano esplosioni dell'abitazione, omicidio imminente, lesioni gravi ai familiari.

Ieri mattina quindi il blitz, organizzato dai militari per rintracciare e arrestare i responsabili dell'estorsione. E' finito in manette anche un 18enne incensurato, trovato nell’abitazione di uno dei due spacciatori. Il ragazzo, che divideva la stanza con il 24enne, era in possesso di numerose dosi di cocaina del peso complessivo di circa 40 grammi e di 80 grammi di hashish, nonché bilancini di precisione e materiale per confezionare le dosi. 

Il giovane, è stato quindi arrestato in flagranza di reato per detenzione illecita di sostanze stupefacente in concorso. I due destinatari dell’ordinanza di arresto, firmata dal giudice Marta Baldasseroni, si trovano in carcere.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Traffico interrotto per lavori per tre giorni a cominciare da domani in orario diurno, dalle 9 alle 18, per risanare il piano viabile
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Riccardo Ferrucci

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità