Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 08:01 METEO:MASSA CARRARA25°30°  QuiNews.net
Qui News massacarrara, Cronaca, Sport, Notizie Locali massacarrara
venerdì 19 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
La corsa dei russi in moto per evitare le bombe ucraine
La corsa dei russi in moto per evitare le bombe ucraine

Attualità mercoledì 12 aprile 2017 ore 16:10

​Liberare il Ducale, non c’è solo la Provincia

Non si fa attendere la risposta del presidente della provincia Lorenzetti. "D'accordo sulla scelta ma servono alternative valide"



MASSA — “Ringrazio Franco Frediani che dalle pagine locali mi invita a liberare il Palazzo Ducale dagli uffici della provincia che ancora vi sono ospitati, ma vorrei fargli presente l’ovvietà che Palazzo Ducale per metà, una metà altrettanto importante, è occupata dagli uffici della Prefettura e che se si vuole fare un’opera di restituzione alla cittadinanza in chiave di valorizzazione, occorre pensarla nella sua interezza”.

Così inizia la risposta del presidente della Provincia, Gianni Lorenzetti, all’intervento comparso in cronaca locale.

“Non si può che essere d’accordo sull’importanza culturale di una tale scelta – prosegue il presidente – ma occorre trovare soluzioni complete e idonee per Provincia e Prefettura e non mi sembra che la soluzione indicata possa soddisfare entrambe. Come Provincia abbiamo già dato un segnale importante liberando completamente, per merito di chi mi ha preceduto, il piano nobile occupato dagli uffici di presidenza, spazi che abbiamo già iniziato a mettere a disposizione e sui quali stiamo portando avanti un disegno di ulteriore valorizzazione. Frediani parla della convenzione con il comune di Massa per le sale espositive, passaggio necessario dato che le Province per legge non possono più occuparsi della promozione di eventi culturali con proprie risorse finanziarie. Ma vorrei ricordare il contributo dato da questa amministrazione negli anni con le numerosissime mostre organizzate all’interno di quelle sale, anche di livello internazionale, come quelle messe in piedi grazie alla collaborazione con il museo Ermitage di San Pietroburgo, dai Marmi degli Zar, all’Omaggio al Nuovo Ermitage, dalla Lanterna della Pittura alla Collezione Farsetti, e cito solo questi.

Il piano nobile sul lato Prefettura ha altrettali spazi di indubbia attrattiva, dalla cappella all’alcova del Duca. Occorre quindi la ricerca di una soluzione definitiva, complessiva e condivisa, anche in termini finanziari, per rispondere alle esigenze di entrambe le amministrazioni e su questo siamo aperti al contributo di tutti.

Rispetto alla soluzione prospettata dell’ex comando provinciale dei Carabinieri, lo abbiamo esternato anche sulla stampa locale, come amministrazione abbiamo dato delle priorità. Per noi al primo posto c’è la necessità di affrontare le urgenze della scuola: tra le questioni importanti nel centro di Massa dobbiamo dare risposte adeguate al liceo musicale, che attualmente condivide gli spazi dell’artistico ma solo facendo lezione al pomeriggio per le materie di indirizzo, un liceo che ha problemi di crescita. Ma dobbiamo dare risposte adeguate anche all’Istituto Salvetti. E per noi l’urgenza si chiama scuola: in quel senso lo abbiamo già detto, stiamo vedendo di poter riutilizzare gli spazi dell’ex comando carabinieri”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno