Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 10:38 METEO:MASSA CARRARA10°  QuiNews.net
Qui News massacarrara, Cronaca, Sport, Notizie Locali massacarrara
mercoledì 08 dicembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Germania, la standing ovation per Angela Merkel in parlamento

Cronaca martedì 31 agosto 2021 ore 14:45

Carte false e arraffano il reddito di cittadinanza

ispettori del lavoro

E' di 4 persone denunciate e 17.000 euro di indebita percezione del sussidio il bilancio dei controlli dei carabinieri dell'ispettorato del lavoro



MASSA / CARRARA — Carte false pur di arraffare il reddito di cittadinanza. A scoprire 4 percettori irregolari tra Massa e Carrara per un ammontare di 17.000 euro incassati senza averne diritto sono stati i carabinieri del nucleo ispettorato del lavoro di Massa Carrara.

Nell’ambito degli accertamenti mirati nelle due città, svolti in collaborazione con le stazioni carabinieri competenti per territorio, dal nucleo ispettorato del lavoro sono partite 4 denunce in stato di libertà nei confronti di altrettanti percettori irregolari di reddito di cittadinanza.

I carabinieri hanno appurato che costoro avevano dichiarato situazioni e dati non rispondenti al vero nelle autocertificazioni trasmesse per ottenere il sussidio. Attraverso i loro espedienti gli interessati erano riusciti a percepire complessivamente, finora, oltre 17.000 euro.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Riapre sabato prossimo l'hub vaccinale al padiglione 5 del centro servizi. Ecco cosa accade per chi aveva prenotato al vecchio ospedale
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Salvatore Calleri

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità