comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
MASSA CARRARA
Oggi 23°27° 
Domani 23°28° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News massacarrara, Cronaca, Sport, Notizie Locali massacarrara
giovedì 09 luglio 2020
corriere tv
Autostrade, Toninelli spara a zero su Salvini: «Con i Benetton se la faceva sotto e non veniva alle riunioni»

Lavoro mercoledì 04 marzo 2015 ore 19:10

Sciopero dei portuali e dei servizi nautici

Per la Cgil in Toscana ci sarebbero diverse criticità tra le quali il rinnovo del protocollo di sicurezza del porto di Carrara



MASSA CARRARA — Lo sciopero del 6 marzo è stato indetto da Cgil Cisl  e Uil. Il rinnovo del "protocollo alla salute e sicurezza" dei porti di Livorno/Carrara/Piombino ormai è scaduto da oltre 2 anni. Lo ricorda la Cgil Toscana dopo la conferma dello sciopero nazionale nei porti proclamato per il prossimo 6 marzo, 24 ore per gli addetti portuali, 12 ore per i servizi nautici.

A fianco di queste specifica, le problematiche dei porti toscani, si allineano con quelle nazionale: "l'applicazione della 78/10- osserva Riccardo Barontini, responsabile regionale porti in Cgil- che riguarda sostanzialmente il blocco economico del contratto di lavoro ai dipendenti delle autorita' portuali". Inoltre, continua, "si ripropone la tesi dei due corridoi nord/ovest, con a capo Genova, e nord/est, con a capo Trieste. Gli altri porti, contrariamente a quello che indica la Comunita' Europea, devono "arrangiarsi" col rischio che le altre autorita' portuali che governerebbero i restanti porti, possano addirittura convertirsi in Spa".



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità