Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:40 METEO:MASSA CARRARA13°19°  QuiNews.net
Qui News massacarrara, Cronaca, Sport, Notizie Locali massacarrara
martedì 16 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Sale su una piattaforma proibita per scattare un selfie e precipita nel vuoto: morta un’influencer russa

Attualità giovedì 15 dicembre 2022 ore 19:00

Giovani donatori di musica suonano a Oncologia

La conferenza stampa
La conferenza stampa

Gli studenti dell'Iss Gentileschi, che comprende il liceo musicale di Massa, si esibiranno per il day hospital del reparto oncologico di Carrara



CARRARA — Giovani musicisti crescono e donano parte del loro talento al day hospital di Oncologia di Carrara: è il progetto “Donatori di Musica Giovani - Il Liceo Musicale suona in Oncologia”, che vede un’alleanza tra Asl Toscana nord ovest e Istituto Istruzione Superiore Artemisia Gentileschi, che ha al suo interno anche il Liceo Musicale di Massa.

Il progetto mira a favorire l’interazione tra scuola e ospedale ed è finalizzato alla creazione di situazioni di benessere attraverso la musica all’interno del Day Hospital del reparto di Oncologia di Carrara.

Allo stesso tempo l’iniziativa si pone l’obiettivo di creare un raccordo con la scuola, favorendo momenti di condivisione e di comunicazione attraverso la musica, e di fornire occasioni di confronto e riflessione per gli allievi che potranno sviluppare anche competenze civiche maturando empatia in un’ottica di educazione alla cittadinanza.

Hanno detto

“Per noi – esordisce il direttore della struttura di Oncologia di Massa e Carrara Andrea Mambrini – la musica rappresenta un’attività importante e da tempo c’era l’idea di portarla in maniera più sistematica all’interno del Day Hospital di Carrara. Da un confronto con la pianista e insegnante del Liceo Musicale Gioia Giusti, che era stata nostra ospite nell’ambito dell’iniziativa Donatori di musica, è venuta fuori questa possibilità di coinvolgere gli studenti del liceo, subito accolta anche dalla dirigente scolastica Ilaria Zolesi". 

I ragazzi si esibiranno nella sala d’attesa del Dh, un ambiente particolare in cui non c’è un silenzio assoluto ma all’interno del quale si può creare uno scambio di emozioni tra i musicisti e gli utenti.

“Abbiamo scelto l’atrio come spazio per i concerti - spiega la referente Dh oncologico di Carrara Simona Bursi – perché rappresenta un autentico crocevia, un punto di passaggio per tutti i nostri utenti. Con queste esibizioni, ognuna di circa 45 minuti, gli studenti del Liceo Musicale entrano a far parte della nostra équipe, migliorando l’accoglienza e rendendo più 'leggera' la presenza dei nostri utenti in reparto”.

“Non potevamo non accogliere questa proposta – afferma il dirigente scolastico Iis Gentileschi Ilaria Zolesi – perché siamo sicuri che questa iniziativa regalerà ai nostri studenti delle competenze non raggiungibili in altra maniera. Sarà per loro una situazione emotiva particolare, che li porterà a offrire e ricevere nello stesso tempo. I ragazzi hanno bisogno anche di questo". 

“Confermo che abbiamo coinvolto un po’ tutti i colleghi – aggiunge la pianista e insegnante Gioia Giusti – e i ragazzi hanno accolto il progetto con grande entusiasmo e si sono anche proposti a più riprese per partecipare a questa attività. Conoscendo da tanti anni la valenza di Donatori di musica, sono certa che si tratti di un’occasione fondamentale per gli studenti. Il primo appuntamento sarà il 21 Dicembre con il pianista e musicista Dario D’Amico, giovane che si sta già affermando per le sue capacità e non solo a livello locale”.

“La musica, come le altre forme d’arte - evidenzia la psicologa Michela Zanetti, coordinatrice del servizio per l’area nord – permette agli utenti di rinverdire il legame sociale. Il paziente oncologico rischia infatti di vedere interrotte tutte le sue relazioni e noi dobbiamo far si che ciò non accada. La musica rappresenta in questo senso un medium straordinario, soprattutto se sono i giovani a utilizzarlo. Aggiungo che uno di noi psicologi sarà sempre presente per accogliere e supportare i ragazzi che si esibiranno in questa sala d’attesa”.

“Anche l’équipe infermieristica - fa presente la caposala Annunziata Russo - è molto contenta dell’avvio del progetto. Noi siamo abituate a cogliere perfino gli sguardi dei nostri pazienti, al di là quindi delle parole, ma la musica è sicuramente un aiuto in più”.

“Per capire fino in fondo la rilevanza di questa iniziativa - sottolinea il direttore del Dipartimento oncologico dell’Asl Giacomo Allegrini – si dovrebbe entrare nelle dinamiche di un Day Hospital Oncologico, in uno scenario fatto di preoccupazioni e anche di angoscia. Il personale infermieristico fa già molto per venire incontro alle esigenze dei pazienti, ma progetti come questi sono un ulteriore supporto. Ci sarà sicuramente un ritorno per i ragazzi, ma anche i pazienti ne trarranno grande giovamento: queste esibizioni possono davvero alleviare il pesante carico legato alla malattia".

Il logo di questo nuovo format - Donatori di Musica Giovani - verrà fra l’altro realizzato dagli studenti dei Liceo Artistico (indirizzo Arti figurative), scuola che fa parte anch’essa dell’Iis Gentileschi.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'assaggio d'estate dei giorni scorsi è già finito. Dalla tarda serata il tempo cambierà e per 24 ore sono previsti temporali, vento forte, mareggiate
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Cronaca