Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:15 METEO:MASSA CARRARA17°19°  QuiNews.net
Qui News massacarrara, Cronaca, Sport, Notizie Locali massacarrara
martedì 21 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Aspettiamoci una sorpresa alle Europee: sarà un grande vincitore o un grande sconfitto?

Cronaca sabato 06 novembre 2021 ore 17:59

A perdifiato tra i vicoli per acciuffare il pusher

carabinieri

Inseguimento per le vie del centro, lo spacciatore dalle ali ai piedi e dietro i carabinieri che lo avevano appena visto in azione e l'hanno arrestato



CARRARA — Dopo un rocambolesco inseguimento a piedi per le vie del centro storico, è finito in manette uno spacciatore di 30 anni visto dai carabinieri mentre spacciava una dose di cocaina a un cliente abituale. L’uomo era ricercato dopo una condanna a 4 anni di carcere sempre per fatti di droga. Nel parapiglia, nei guai è finito anche il fratello 24enne: pur se agli arresti domiciliari, per dare manforte al pusher è uscito dall’abitazione senza permesso.

E' in sintesi l'operazione antidroga messa a segno dai carabinieri in centro storico. Per i militari quel 30enne è un volto noto. In più da parte dei residenti arrivavano continue segnalazioni circa movimenti sospetti lungo un vialetto pedonale, la scalinata dei Buttinetti posta proprio tra l'abitazione dei fratelli nei pressi del Duomo e l'ex ospedale.

I carabinieri si sono appostati ed ecco: giovedì lo spaccio è avvenuto sotto i loro stessi occhi. Dose di cocaina in cambio di denaro. E' scattata l'operazione. Il cliente ha tentato di sbarazzarsi della dose, mentre lo spacciatore con le ali ai piedi si è dato alla fuga per le stradine del centro storico. Una volta in prossimità di casa, ecco il fratello ai domiciliari uscito a dargli man forte.

Ormai però i due erano stati raggiunti, e si è avviato un tira e molla tra il fratello del pusher e i carabinieri per tirare ciascuno a sé il 30enne. I militari hanno avuto la meglio finendo per arrestare l'uomo per spaccio di stupefacenti. Con sé non aveva altra droga, ma un tesoretto di 640 euro in contante. Poiché non lavora, i carabinieri ritengono la somma provento di spaccio. Arrestato per evasione anche il fratello minore.

L’indagine, ha poi avuto un risvolto inaspettato: il controllo delle impronte digitali ha fatto emergere che il 30enne era ricercato perché deve scontare 4 anni e 9 mesi di carcere per reati in materia di sostanze stupefacenti commessi a Carrara tra il 2017 e il 2019. L'arresto dei due è stato convalidato, il più giovane di nuovo ai domiciliari e il più grande in carcere.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Sono in arrivo in tutta la Toscana fenomeni anche di forte intensità. L'allerta meteo riguarda anche il rischio idrogeologico. Ecco i dettagli
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca