Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:30 METEO:MASSA CARRARA17°21°  QuiNews.net
Qui News massacarrara, Cronaca, Sport, Notizie Locali massacarrara
giovedì 13 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Rocco Hunt fa visita agli Azzurri in Germania per Euro 2024 e canta nello spogliatoio:

Cronaca giovedì 23 dicembre 2021 ore 09:55

Oro e monete antichi, ricettatori arrestati

oro e gioielli
Foto d'archivio

La polizia li ha individuati dopo aver ricostruito traffici in tutta la provincia. Nascondevano refurtiva di pregio per un valore di 200mila euro



CARRARA — Ori e monete antichi, provento di furti in ville e abitazioni per un valore di 200mila euro e in parte già venduti per un ammontare di 70mila euro: per l'azione di ricettazione due persone, un uomo e una donna, sono finite nei guai a Carrara dopo che la polizia ha ricostruito un anno e mezzo di attività di compravendita di pezzi di pregio presso i compro oro di tutta la provincia nel corso di un anno e mezzo. Lui è stato arrestato e posto ai domiciliari, per lei è scattata la misura cautelare dell'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

Sono stati proprio i titolari dei diversi negozi a segnalare ripetuti tentativi di vendite anomane di monili in oro e altri beni pregiati alla polizia del commissariato di Carrara che quindi ha avviato le indagini affidate agli investigatori della squadra di polizia giudiziaria. Sono stati loro a passare al setaccio filmati della videosorveglianza vagliando una serie di testimonianze.

Così sono risaliti ai possibili ricettatori, raccogliendo indizi a carico di due 40enni. Le intercettazioni telefoniche hanno fatto il resto, consentendo di ricostruire anche la provenienza della refurtiva, già riconsegnata ai legittimi proprietari che ne avevano denunciata la sottrazione. I beni sono stati ritrovati tramite perquisizioni a tappeto in tutti i locali in cui si sospettava potessero essere nascosti.

Alla fine sono stati sequestrati monili, monete antiche, argenteria per oltre 200mila euro, oltre 70mila dei quali già incassati grazie alla vendita a compro oro in tutta la provincia. Nel corso di una di queste perquisizioni un indagato ha opposto violenta resistenza agli agenti e perciò è stato arrestato. E' stato poi posto ai domiciliari per il reato di ricettazione e per il furto di alcuni dei beni vincolati a sequestro. Per la complice è stato disposto l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

Per entrambi è stato ottenuto prima l’Avviso Orale del Questore, poi per l'uomo la sorveglianza speciale quale autore e mente criminale della rete di smercio e rivendita dei beni rubati.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'incidente è avvenuto al confine fra Toscana e Liguria. La vittima è uno dei conducenti dei mezzi coinvolti. Tratto autostradale chiuso verso Livorno
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità