Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:51 METEO:MASSA CARRARA14°19°  QuiNews.net
Qui News massacarrara, Cronaca, Sport, Notizie Locali massacarrara
lunedì 18 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Elezioni comunali, il Pd ha vinto ma la battaglia per le Politiche sarà diversa

Attualità lunedì 16 maggio 2016 ore 10:30

La cultura del marmo inizia in classe

Lezioni in classe, visite nelle cave e nei laboratori, mostre e presentazioni: la scuola “alleva”le future generazioni di artigiani e scultori



CARRARA —  Lezioni in classe con artigiani, cavatori e designer, visite guidate alle cave e al Museo del Marmo, laboratori creativi, mostre e presentazioni per avvicinare i giovanissimi alla grande tradizione dell’escavazione e della lavorazione e farle innamorare dell’oro bianco che “sgorga” dalle nostre montagne. La missione è allevare, partendo dai banchi di scuole, le future generazioni di artigiani, marmisti, cavatori, scultori, mosaicisti, manager, designer, imprenditori e figure professionali collegate alla filiera del marmo. 250 giovanissimi studenti di cinque scuole dell’infanzia e primarie di Carrara – la scuola di infanzia e primaria Paradiso, la scuola d’infanzia Roccatagliata e la scuola secondaria di primo grado - protagonisti del progetto promosso dall’Istituto Comprensivo M. Buonarroti ed attuato grazie alla collaborazione di Cna, Camera di Commercio di Massa Carrara, Comune di Carrara, Accademia delle Belle Arti, Scuola del Marmo, Marmo e Macchine, associazioni, esperti ed addetti ai lavori. La scuola torna ed essere così l’anello di congiunzione tra il marmo, il territorio e le imprese. Il progetto, coordinato da Francesca Lavaggi con l’ausilio delle coordinatrici Virginia Paita, Andretta Frediani, Marivana Dazzi e Claudia Tommasi e delle insegnati delle scuole coinvolte, guida per mano gli studenti lungo le moltissime opportunità e declinazioni di un settore che può rappresentare, ancora per il futuro, un importante risposta occupazionale. Fondamentale, anche in questa occasione, il ruolo delle donne che hanno raccolto una delle sfide più difficili per il futuro del marmo.

“Scuole ed imprese devono insistere nel costruire un solido legame che oggi è molto debole. Manca, allo stato attuale, un precorso di collegamento strutturato tra l’emisfero dell’insegnamento e quello imprenditoriale – spiega Paolo Bedini, Presidente Cna Massa Carrara – Dobbiamo ricostruire la cultura del marmo, iniziando dalle aule e dimostrare ai nostri giovani che possono restare e non fuggire all’estero perché se decideranno di investire il loro tempo in un percorso verso la valorizzazione del marmo non mancheranno le opportunità. Un cambio culturale che deve investire anche le imprese che sono l’altro indispensabile elemento del processo culturale. Cna è pronta, anche in questa occasione, a fare la sua parte”.

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Da 72 ore la provincia mantiene la media di 10 casi di Coronavirus rilevati ogni 24 ore di tracciamento. Ecco in dettaglio i dati aggiornati
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

CORONAVIRUS