Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:10 METEO:MASSA CARRARA10°12°  QuiNews.net
Qui News massacarrara, Cronaca, Sport, Notizie Locali massacarrara
sabato 24 febbraio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Cina, il ghiaccio sulle strade provoca un maxi-tamponamento con oltre 100 veicoli a Suzhou

Attualità mercoledì 30 marzo 2022 ore 17:11

Nelle ex scuole ambulatori medici per la montagna

medico e paziente in ambulatorio

Servono alcuni interventi di adeguamento ad ambienti e servizi, poi le frazioni montane avranno spazi in grado di ospitare medici di base



MASSA — Sono necessari interventi su ambienti e servizi igienici, va perfezionata la documentazione tecnica, poi però nelle ex scuole di Casette e di Pariana potranno trovare posto gli ambulatori capaci di accogliere l'attività dei medici di famiglia delle frazioni montane.

Lo annuncia l'amministrazione comunale, sottolineando come la sanità territoriale rappresenti una priorità. I due presidi andrebbero a coprire i due versanti montani, da tempo privi di ambulatori medici.

Il punto sulla loro realizzazione è stato fatto nel corso della commissione consiliare sociale dal sindaco Francesco Persiani e dall’assessore ai lavori pubblici Marco Guidi, alla presenza della dottoressa Monica Guglielmi direttrice della zona Distretto Apuane dell’Asl Toscana nord ovest e di tecnici Asl.

"I tempi si sono dilatati sia per la necessità di reperire atti e documenti necessari al proseguimento dell’iter sia per eseguire tutti gli interventi di manutenzione indispensabili a rendere a norma gli immobili", ha spiegato il sindaco.

L’assessore Guidi è sceso in dettaglio: “Per quanto riguarda l’edificio di Pariana, dal sopralluogo da me effettuato venerdì scorso con tecnici comunali ed Asl, è emerso che, oltre alla rampa per disabili già installata, è necessario modificare con sostanziali lavori l’intero blocco dei servizi igienici. Anche per la ex scuola di Casette è stato richiesto un ulteriore servizio igienico oltre alla predisposizione della documentazione tecnica, considerata la vetustà dell’immobile, che consenta la sottoscrizione del contratto di comodato d’uso tra il Comune e la Asl”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno