Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:13 METEO:MASSA CARRARA15°19°  QuiNews.net
Qui News massacarrara, Cronaca, Sport, Notizie Locali massacarrara
mercoledì 20 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Scontri a Roma e assalto alla Cgil, Lamorgese contestata alla Camera

Attualità venerdì 31 marzo 2017 ore 14:38

Opere in mostra da Carrara a Roma

Anche alcune opere conservate al Museo del Marmo di Carrara esposte a Roma, presso l'Ara Pacis, in occasione della mostra “Spartaco"



CARRARA — Schiavi e padroni a Roma”, che proseguirà sino al prossimo 17 settembre, con la cura di Claudio Parisi Presicce, Orietta Rossini con Lucia Spagnuolo e che intende indagare la realtà della schiavitù nella vita quotidiana e nell’economia della Roma imperiale.

Grazie ad un team di archeologi, scenografi, registi e architetti la mostra restituisce la complessità del mondo degli schiavi nell’antica Roma, a partire dall’ultima grande rivolta guidata dallo schiavo e gladiatore trace Spartaco tra il 73 e il 71 a.C. I diversi ambiti della schiavitù ai tempi dell’impero vengono raccontati attraverso 11 sezioni che raccolgono circa 250 reperti archeologici. Le opere sono inserite in un racconto composto da installazioni audio e video che riportano in vita suoni, voci e ambientazioni del contesto storico.

Tra queste testimonianze archeologiche, saranno esposte anche una base semilavorata con sigla di schiavo lapicida in marmo lunense e alcuni attrezzi da lavoro (malleoli e cunei) tutti di epoca romana e conservati presso il Museo del Marmo.

“Con estrema soddisfazione, ha dichiarato l’Assessore alla Cultura Giovanna Bernardini, ho accolto l’istanza pervenuta da parte delle Soprintendenze Archeologiche di Firenze e Roma, che hanno chiesto il prestito delle opere, a ulteriore conferma dell'importanza come fonte storica del patrimonio conservato al Museo del Marmo e della sua fama per chi fa ricerca”.

Il Museo, che si trova lungo il viale XX Settembre località Stadio, si è arricchito della sezione mineralogica e di opere di artisti che hanno avuto un forte legame con il marmo, oltre a presentare i grandi macchinari della sezione di Archeologia Industriale, restaurata di recente.

Orario delle visite: da martedì a domenica, dalle 9.30 alle 13.00 e dalle 15.30 alle 18.00.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Quasi tutti nei centri maggiori i tamponi positivi che sono emersi dall'ultimo tracciamento sui test molecolari ed antigenici sul Coronavirus
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

CORONAVIRUS