Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 13:28 METEO:MASSA CARRARA20°23°  QuiNews.net
Qui News massacarrara, Cronaca, Sport, Notizie Locali massacarrara
domenica 19 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Prodi sul Pd: «Il programma è ristretto, ora bisogna coinvolgere la gente»

Attualità sabato 23 gennaio 2021 ore 16:00

Fiumi e canali sorvegliati speciali

Lavoro intenso sul territorio apuano e della Lunigiana per contenere l’ondata di pioggia. L'aggiornamento del Consorzio 1 Toscana nord



MASSA CARRARA — Consorzio di bonifica impegnato su più fronti per contenere i rischi legati all'ondata di pioggia che ha investito il territorio apuano e monitorare la rete dei canali e dei fiumi. 

Il mare in burrasca e i livelli in aumento hanno richiesto l’attivazione delle stazioni fisse delle idrovore per aiutare l’acqua piovuta a defluire e alleggerire le zone a monte della costa evitando allagamenti. Accesi e in funzione gli impianti Fossa Maestra a Carrara, Brugiano e Magliano a Massa.

Intervento straordinario sul canale Poveromo, verso il Cinquale, dove il Consorzio ha piazzato una idrovora mobile di emergenza per scolmare le zone interne. Qui è prevista nei prossimi mesi la costruzione di un impianto fisso e la sistemazione di un tratto del corso d’acqua per il quale il Consorzio ha ricevuto un importante finanziamento di 5 milioni di euro dal Ministero dell’Ambiente. I lavori consentiranno la messa in sicurezza della zona abitata di Poveromo in via definitiva.

Regolare il deflusso dei corsi d’acqua principali in fase di ritorno alla normalità: il Carrione ha superato nelle prime ore della mattina il primo livello di guardia raggiungendo la quota di 2,30, mentre sono rimasti sotto il livello di guardia il Frigido e il Ricortola.
Il personale del Consorzio resterà al lavoro sul territorio apuano fino a conclusione del maltempo. Il numero per segnalare emergenze è: 331/6321391.

Presidio continuo anche in Lunigiana per monitorare l’andamento dei livelli del fiume Magra, ingrossato dalla pioggia caduta che si è riversata verso valle dai due versanti. Aulla e Bagnone in piena superano il livello di guardia, lo sfiorano il Teglia e il Taverone, tutti affluenti del Fiume che hanno fatto a loro volta salire il Magra. Visto l’andamento della situazione generale il Consorzio ha acceso verso la mezzanotte l’impianto idrovoro di Aulla città, misura cui si ricorre solo quando il Fiume supera il livello dell’abitato impedendo ad Aulla di far scorrere naturalmente le acque di pioggia verso il fiume Magra. L’impianto azionato e presidiato è rimasto in funzione a pieno regime fino a quando la situazione non è tornata alla normalità.

I dati dei pluviometri hanno registrato una quantità importante di pioggia caduta in Lunigiana nelle 24 ore: Patigno (189,6mm), Parana (189,4mm), Bosco di Rossano (166,6mm), Villafranca (151), Comano (129,8mm), Bagnone (124,2mm), Villafranca (122,4mm), Pontremoli (120,00mm).

Il Consorzio resterà al lavoro sul territorio fino a conclusione del maltempo. Per segnalare emergenze nel territorio della Lunigiana: 331/6850274.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Non sono stati registrati decessi nelle ultime 24 ore. Per il secondo giorno consecutivo sono 10 i tamponi positivi emersi nella provincia
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

CORONAVIRUS