Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:MASSA CARRARA19°22°  QuiNews.net
Qui News massacarrara, Cronaca, Sport, Notizie Locali massacarrara
lunedì 24 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
La gaffe di Sangiuliano: «Colombo si basò sulle teorie di Galileo Galilei» (ma non era nato)
La gaffe di Sangiuliano: «Colombo si basò sulle teorie di Galileo Galilei» (ma non era nato)

Attualità giovedì 24 febbraio 2022 ore 17:08

Dalle Apuane col cuore all'Ucraina

bandiera pace

Si moltiplicano prese di posizione e iniziative contro la guerra dopo l'invasione del territorio ucraino da parte delle truppe russe



PROVINCIA DI MASSA-CARRARA — Sabato 26 Febbraio alle 17 anche a Massa si svolgerà un presidio per la pace in piazza Aranci alle 17, in occasione della mobilitazione nazionale contro la guerra in Ucraina. E intanto si moltiplicano in queste ore prese di posizione e iniziative in favore della pace dopo l'invasione del territorio ucraino da parte delle truppe russe avvenuta la notte scorsa.

Per il 5 Marzo prossimo In-Nova Officina delle Idee ha organizzato un incontro sulla situazione ucraina patrocinato dalla Provincia di Massa-Carrara. Si svolgerà proprio a Palazzo Ducale a partire dalle 10,30. 

Il sindaco di Carrara Francesco De Pasquale, nell'esprimere la propria preoccupazione per l'evoluzione della crisi, annuncia di aver deciso "di scrivere alle città gemellate di Opole (Polonia) e Yerevan (Armenia), così vicine geograficamente e culturalmente all’epicentro della crisi, per esprimere ai miei colleghi preoccupazione e solidarietà".

Da Montignoso Veronica Lazzerini con la lista civica Con te per Montignoso afferma su Facebook: "Siamo a fianco del popolo ucraino e ripudiamo qualsiasi tipo di guerra e conflitto, in quanto democrazia e diritti umani sono i capisaldi di una società civile".

Il sindaco di Tresana Matteo Mastrini affida il proprio pensiero a una frase dell'astrofisica Margherita Hack: "Cerchiamo di vivere in pace, qualunque sia la nostra origine, la nostra fede, il colore della nostra pelle, la nostra lingua e le nostre tradizioni. Impariamo a tollerare e ad apprezzare le differenze. Rigettiamo con forza ogni forma di violenza, di sopraffazione, la peggiore delle quali è la guerra".

Già nella giornata di ieri la Cgil di Massa-Carrara guardava con timore all'aumento della tensione "diventata insostenibile", paventando la "seria minaccia alla pace in Europa".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno