Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:15 METEO:MASSA CARRARA21°27°  QuiNews.net
Qui News massacarrara, Cronaca, Sport, Notizie Locali massacarrara
martedì 18 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Maneskin, Victoria De Angelis dj (in bikini) nella stanza d'albergo

Cultura lunedì 14 agosto 2023 ore 09:55

Ferragosto al museo, ecco dove in Toscana

L'anfiteatro romano di Arezzo
L'anfiteatro romano di Arezzo
Foto di: Mic - Ministero della Cultura

Non solo musei ma anche parchi, ville medicee, aree archeologiche e parchi attendono visitatori nelle città come nei borghi. La mappa delle aperture



TOSCANA — Musei e parchi, aree archeologiche e ville medicee, chiese e fortezze, nelle grandi città ma anche nei borghi: per Ferragosto sono molti i musei della Direzione regionale toscana aperti per attendere i visitatori coi loro capolavori di ogni epoca e civiltà dagli etruschi all'età contemporanea. 

La mappa è ricchissima e a stilarla è la Direzione regionale musei della Toscana del ministero della cultura.

A Firenze sono aperti oggi e domani il Museo archeologico nazionale con la mostra "Tesori dalle terre d’Etruria. La collezione dei conti Passerini, Patrizi di Firenze e Cortona", il Cenacolo di Andrea del Sarto a San Salvi, il Cenacolo di Sant’Apollonia, il Chiostro dello Scalzo e il Parco di Villa il Ventaglio.

Due giorni di apertura anche per le Ville medicee di Poggio a Caiano, della Petraia, per il Giardino della Villa medicea di Castello e per la Villa medicea di Cerreto Guidi dove è in corso la mostra "La Verità scopre la Menzogna di Vincenzo Mannozzi. Da Palazzo Pitti a Cerreto Guidi", che presenta al pubblico il bozzetto e la riproduzione di alcuni disegni preparatori del dipinto di Vincenzo Mannozzi, affascinante pittore del Seicento fiorentino, raffigurante “La Verità scopre la Menzogna”.

Aperto entrambi i giorni il Museo di San Marco, che custodisce la più grande collezione al mondo di opere del Beato Angelico, uno dei massimi pittori del primo Rinascimento, ma anche altri pezzi di inestimabile valore storico-artistico, primi fra tutti il Cenacolo del Ghirlandaio, la Madonna col Bambino di Paolo Uccello, dipinti di Fra’ Bartolomeo e di Giovanni Antonio Sogliani, terrecotte dei Della Robbia e il famoso ritratto di Girolamo Savonarola dipinto da Fra Bartolomeo. Parte del Museo è anche la straordinaria Biblioteca di Michelozzo, la prima biblioteca “pubblica'' del Rinascimento, costruita per espresso volere di Cosimo de' Medici e arricchita della straordinaria raccolta di testi appartenuti all'umanista Niccolò Niccoli.

Ed ecco Arezzo, dove sarà possibile visitare il Museo Archeologico Nazionale "Gaio Cilnio Mecenate”: articolato in 26 sale distribuite su due piani, il museo espone reperti che ripercorrono la storia di Arezzo, dalla preistoria fino alla tarda antichità. Vi è inoltre conservata - in un allestimento interamente rinnovato - la più ricca collezione al mondo di vasi di terra sigillata aretina, originariamente denominati Arretina vasa, che furono prodotti ad Arezzo tra la metà del I secolo a.C. e la metà del I d.C., rendendo la città famosa nell'antichità.

Sempre ad Arezzo, sia il 14 che il 15 Agosto saranno aperti il Museo Nazionale di Arte Medievale e Moderna di Arezzo, la Basilica di San Francesco che conserva lo splendido ciclo pittorico di Piero della Francesca raffigurante la Leggenda della Vera Croce, il Museo di Casa Vasari e ad Anghiari il Museo delle Arti e Tradizioni Popolari dell'Alta Valle del Tevere - Palazzo Taglieschi.

All’Isola d’Elba a Portoferraio aperte le due residenze napoleoniche di Villa San Martino e della Palazzina dei Mulini. L’isola d’Elba custodisce la memoria della permanenza sull’isola di Napoleone Bonaparte (1814-1815). Il ricordo di questo soggiorno, durato solo dieci mesi, è legato principalmente alle due residenze napoleoniche, la Palazzina dei Mulini, posta alla sommità di Portoferraio e la Villa di San Martino, distante pochi chilometri, rispettivamente testimonianze della vita pubblica e di quella privata dell’imperatore.

Saranno aperte anche le aree archeologiche di Roselle, Vetulonia e Cosa nel Grossetano, il tumulo del Sodo a Cortona in provincia di Arezzo e il Museo archeologico nazionale di Castiglioncello lungo la costa livornese.

A Lucca lunedì 14 e martedì 15 Agosto sono aperti, con orari differenti, il Museo Nazionale di Villa Guinigi, articolato in cinque sezioni disposte in ordine cronologico, all’interno delle quali è possibile ammirare, fra le altre cose, capolavori di Tino di Camaino, Jacopo della Quercia, Giorgio Vasari, Guido Reni e Pompeo Batoni, e il Museo di Palazzo Mansi, un museo-residenza che ben rappresenta il sontuoso e ricco gusto barocco dei secoli XVII e XVIII. Da segnalare, nella pinacoteca, il Ritratto di Giovinetto del Pontormo e il Ritratto di senatore di Jacopo Tintoretto.

A Pisa aperti entrambi i giorni sia il Museo nazionale di San Matteo che il Museo di Palazzo Reale con visite guidate alle collezioni a cura del personale. Il Museo nazionale di San Matteo è uno dei musei più importanti d'Europa in tema di arte medievale e vanta una raccolta di croci dipinte medievali tra le più numerose e significative al mondo, insieme a capolavori come il polittico di Santa Caterina d’Alessandria di Simone Martini (1319-1321), la scultura in marmo della Madonna del latte di Andrea e Nino Pisano (1346-1348), la Madonna dell'Umiltà di Beato Angelico (1423 circa), la Sacra Conversazione del Ghirlandaio (1478-1479) e la Madre dei dolori di Quentyn Metsys (1520 circa).

Nel Museo di Palazzo Reale, sono esposte le arazzerie e gli arredi che i Medici utilizzavano per adornare le sale del palazzo stesso, oltre alla raccolta degli armamenti antichi del Gioco del Ponte, e opere attribuite a Rosso Fiorentino, al giovanissimo Raffaello, insieme a dipinti Plinio Nomellini e Galileo Chini e a una ricchissima gipsoteca.

La Certosa di Calci accoglie il pubblico con visite guidate, con prenotazione obbligatoria, nei suggestivi ambienti dedicati alla vita eremitica, cioè il chiostro grande lungo i cui bracci sono disposte le 15 celle dei monaci (una delle quali aperta alla visita), nella chiesa, nelle cappelle, nel refettorio e nel capitolo.

A Monsummano Terme in Valdinievole, provincia di Pistoia, si potranno attraversare con visite accompagnate le stanze della casa museo del poeta Giuseppe Giusti, mentre a Pistoia sarà aperta la Fortezza di Santa Barbara.

In provincia di Siena a Monteriggioni, lungo uno dei percorsi della Via Francigena, sarà aperto l’Eremo di San Leonardo al Lago.

Al Museo nazionale Etrusco di Chiusi, aperto in entrambi i giorni, si può ammirare il pannello centrale del mosaico romano della Violella restaurato, nella mostra “L’arte di Fabio Civitelli” sono esposte in anteprima fino al 3 settembre 14 tavole dell'albo cartonato "La fonte della giovinezza", di prossima uscita, con cui l'artista aretino celebra i 75 anni di Tex e festeggia il compleanno del Ranger a fumetti più famoso del mondo. Martedì 15 agosto alle 11.00, visita guidata alle collezioni a cura del personale compresa nel biglietto d'ingresso.

A Firenze aperti anche i musei civici

Nel giorno di Ferragosto a Firenze sono aperti anche i Musei Civici Fiorentini. Oltre al Museo di Palazzo Vecchio e alla Torre d’Arnolfo saranno aperti al pubblico il Museo Novecento, il Complesso di Santa Maria Novella, la Torre della Zecca e il Forte Belvedere, che ospita la mostra Nico Vascellari: Melma, una raccolta di opere realizzate ad hoc per gli spazi fiorentini: video, sculture, collage, installazioni che indagano la relazione tra uomo e natura, intrecciando la dimensione personale dell’artista con quella collettiva.

Si potranno dunque visitare il Museo di Palazzo Vecchio dalle 9 alle 19, il Museo Novecento dalle 11 alle 20, il Forte Belvedere dalle 10 alle 20, il Complesso di Santa Maria Novella dalle 12 alle 17,30. Per chi ne volesse approfittarne, la Torre della Zecca, in piazza Piave, sarà aperta tutto il pomeriggio dalle 17 alle 20 con visite ogni mezz’ora.

Diverse le attività proposte nei musei cittadini da MUS.E in occasione della giornata di Ferragosto.

A Palazzo Vecchio, oltre alle tradizionali visite guidate al museo (destinate a giovani e adulti alle 10:30, 12, 15 e 16:30) alle 10:15 e alle 11:45 spazio a Vita di Corte (per famiglie con bambini dai 6 ai 10 anni) che permetterà non solo di ammirare lo splendore di quella che un tempo fu residenza del duca Cosimo I de Medici, di sua moglie Eleonora de Toledo e dei loro undici figli, ma anche immaginare i sontuosi banchetti nella Sala Grande e i terrazzi fioriti come giardini e immergersi nella vita quotidiana dei piccoli principi. 

In programma visite guidate per giovani e adulti anche al Museo Novecento (alle 15 e alle 16:30) dove sono in programma visite guidate alle mostre in corso Lucio Fontana. L’origine du monde, testimonianza dell’indagine dell’artista sulla materia, sulla vita e sul cosmo, The Messages of Gravity di Luca Pozzi e Y.Z. Kami. Light, Gaze, Presence.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Sarà piuttosto breve ma molto intensa la prima forte ondata di calore portata in Toscana dall'anticiclone. Quando? Lo rivelano gli esperti
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Erica Fiumalbi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità